Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pianella, Giansante si stacca dalla maggioranza, “venuta meno leale collaborazione”

“fedele agli elettori da indipendente” Esce dal gruppo Progetto Comune, “con decorrenza immediata” il Consigliere di Pianella Anna Bruna Giansante. La comunicazione ieri, giovedì 23 febbraio, nel corso del Consiglio Comunale.

 

 

“Continuerò a svolgere il mio ruolo di consigliera comunale cercando di onorare gli elettori che mi hanno dato fiducia, con l’impegno e la costanza di sempre, lo farò come consigliere indipendente, per una nuova stagione di impegno e di proposte.” Fa sapere in una nota stampa le ragioni: “è venuta meno quella leale collaborazione necessaria, per essere coinvolta nelle decisioni strategiche, sia politiche che amministrative.”

 

E ripercorre le tappe del suo incarico e esamina le questioni che l'hanno condotta a prendere le distanze dalla maggioranza. “Dopo l’insediamento in consiglio comunale, ho appreso dalla stampa di essere delegata a questi ruoli: 'attuazione del programma, efficientare le attrezzature hardware e i contratti per l’energia e le telecomunicazioni'. Di solito le deleghe vanno condivise, accettate e firmate, non si apprendono dai giornali! Forse perché le deleghe si commentano da sole?”

 

“Non si è tenuto conto della rappresentanza delle frazioni di Pianella o delle mie attitudini. Con messaggio di posta certificata datato 31.03.2016 ho chiesto di rivedere il comunicato, ma nulla di positivo. Ho ritenuto questo atteggiamento lesivo dei miei diritti di consigliere. Avrei potuto dare il mio contributo concreto e fattivo se solo mi fosse stato chiesto e fossi stata messa in condizioni di lavorare concretamente.” E ancora “In data 05.04.2016 “ho chiesto alla segreteria di inserire gli orari di ricevimento prima verbalmente, poi con posta certificata. Non ci sono state risposte, tant’ è che il giorno 14.04.2016 ho inoltrato la richiesta anche al protocollo a mezzo posta certificata… ma nessuna risposta!”

 

E se invitava tutti ai propri eventi, aggiunge poi: “Non sono mai stata invitata alle riunioni di maggioranza e a nessun evento di maggioranza. Ricordo le riunioni di quartiere i primi di settembre 2016 (esempio a Castellana il 19 settembre 2016), dove si selezionarono solo alcuni cittadini classificandoli in serie A e B .. così come la mia partecipazione da consigliere di serie B quindi nessun invito a partecipare!”

 

Brindisi e altre manifestazioni, “Insomma io ho provato in tutti i modi, ma nulla è cambiato se non peggiorato.”

 

E infine “Gli ultimi episodi mi hanno vista protagonista in consiglio comunale a favore di un interpellanza esposta dai consiglieri di minoranza. Una su Castellana in riferimento al centro polivalente per la sistemazione della struttura dove associazioni, giovani, famiglie ed anziani trovano da sempre il loro punto di riferimento. L’altra su Cerratina in riferimento al parco che da pubblico è diventato privato per un capriccio di qualcuno che ha sete di potere. Insomma è venuta a mancare una funzione indispensabile per lo svolgimento dell’attività politico-amministrativa di maggioranza, che di fatto ha impedito il confronto all’interno della coalizione.”

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…