Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Winter Cup: Pescara la finale è tua!

Grande Pescara! In una partita emozionante i delfini riescono ad imporsi per 4 a 3 con i padroni di casa del Napoli. Nella finalissima tutta abruzzese di domani gli uomini di Colini incontreranno l’Acqua&Sapone.

 

 

Prepartita in un’atmosfera spettacolare, il Palacercola è una bolgia incandescente. Tanta energia positiva, nel fracasso assordante del pubblico che colora il palazzetto e grazie alla musica live di un sax tenore. E’ sfida speciale, una sfida da brividi.

 

IL MATCH

Il Pescara parte con Capuozzo, Duarte, Ghiotti, Canal, Borruto; ilNapoli, eccezionalmente in casacca marrone, invece, schiera Garcia Pereira, Bocao, Andrè, Crema e Manfroi. Avvio vibrante del Pescara: 3’20” c’è un fallo di Bocao su Chimaguinho al limite dell’area, ne scaturisce una punizione che Duarte calcia violentemente in porta trovando l’incrocio dei pali. Garcia non può nulla, gran gol e 1 a 0 per i delfini.

Il Napoli prova subito a reagire con un tiro dello stesso Bocao che scheggia il palo, poi con un tiro da distanza ravvicinata di Manfroi, sul quale Capuozzo si oppone egregiamente. La sfida prosegue con grandissima intensità, è il Pescara a prevalere con picchi di gioco di ottima fattura. Al minuto 9’22” dopo l’ennesimo affondo a tinte biancoazzurre è ancora Bocao a commettere fallo su Chimaguinho, una sorta di rewind di qualche minuto prima, questa volta però il fallo è commesso in area di rigore e l’arbitro indica il dischetto. Calcio di rigore trasformato alla perfezione dal campione del mondo argentino Cuzzolino. La reazione napoletana è veemente: spinti dal pubblico di casa gli uomini allenati da Mister Cipolla colgono prima il secondo legno con Manfroi e poi riescono ad accorciare con l’ex Fornari (14’15”). Galvanizzato dal goal il Napoli si butta in avanti e costringe i pescaresi al sesto fallo, tiro libero trasformato da Fornari, i partenopei impattano sul 2 a 2, tutto da rifare. Il primo tempo si conclude così in perfetto equilibrio.

Nella ripresa dopo circa due minuti il Pescara va nuovamente in vantaggio. Borruto ingrana la marcia alta, dribbling ubriacante su due avversari e violento tiro sotto la traversa: 3 a 2 per il Pescara. È un super Borruto quello uscito dagli spogliatoi, l’argentino va ancora via sulla fascia sinistra e serve il connazionale Cuzzolino che trova la pronta risposta del portiere avversario. La squadra di Mister Colini continua a crescere in maniera esponenziale, costringendo i napoletani a numerosi falli, uno di questi costa il secondo giallo a Manfroi, che va sotto la doccia. I pescaresi approfittano della superiorità numerica e trovano in superiorità numerica il quarto goal con Chimaguinho (13’49”). Nei minuti finali il Napoli gioca la carta del portiere di movimento, riuscendo ad accorciare le distanze con il brasiliano Andrè (17’28”). Il Pescara non trema e si chiude a castello in difesa, riuscendo a mantenere il vantaggio che le permette di staccare il derby per la finale di domani. La corsa continua, domani un’altra grande sfida attende i ragazzi di Colini. Appuntamento alle ore 18.00 per il Pescara è un’altra finale, tutta da vivere, tutta da giocare.

 

 

Napoli

Garcia Pereira, Davì, Botta, Bocao, Molaro, De Luca, Andrè, Manfroi, Crema, Milucci, Fornari, Pasculli. All. Cipolla

 

Pescara: Capuozzo, Pietrangelo, Ghiotti, Canal, Leggiero, Rosa, Cuzzolino, Duarte, Pulvirenti, Azzoni, Borruto, Chimaguinho All. Colini

 

ARBITRI: Angelo Galante (Ancona), Francesco Nitti (Barletta), Daniele Fratangeli (Frosinone)

CRONO: Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia)

Marcatori: 3’20 Duarte, 9’22” Cuzzolino, 14’15” Fornari, 18’57” Fornari, 1’42” Borruto (2t), 13’49” Chimaguinho (2t), 17’26”

Ammoniti: Borruto, Bocao, Canal, Duarte

Espulsi: Manfroi

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…