Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
ISA ricorda Casella a 70 anni dalla morte

Sabato 4 febbraio 2017, ore 18 – L’Aquila, Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”

 

 

Orchestra sinfonica abruzzese

alexander mayer direttore

silvia colageo flauto solista

corale novantanove, schola cantorum san sisto

musiche di: j. ibert, g. faurè, a. casella, w. a. mozart

 

 

A 70 anni dalla morte di Alfredo Casella che si spegneva il 5 marzo 1947 a Roma, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese dedicherà al compositore i concerti del fine settimana: all’Aquila sabato 4 febbraio alle ore 18 presso Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini” e domenica 5 marzo, sempre alle ore 18, a Gessopalena (Ch) presso il Teatro Comunale “Finamore” per la ACS Abruzzo Circuito Spettacolo.

 

Debutterà con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese il direttore tedesco Alexander Mayer che dopo i successi sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e dell’ Orchestra Filarmonica di Torino nel corso del 2016, sta trovando anche in Italia, così come in Europa e in Asia, nuovi e convinti estimatori. Direttore musicale dal 2010 dell’Ensemble Symphonique Neuchâtel e dal 2013 della Sinfonietta di Losanna, può vantare un repertorio vastissimo, sperimentato e apprezzato sul campo. Molto impegnato in progetti educativo-musicali, Mayer è anche docente e si esibisce regolarmente come pianista e organista.

Flauto solista Silvia Colageo, prima parte dell’OSA. Sul palco anche i coristi della Schola Cantorum S. Sisto e della Corale 99 dell’Aquila dirette da Carmine Colangeli ed Ettore Maria del Romano.

 

In programma opere celebri di Fauré e Mozart accanto a brani di Casella e Ibert del tutto nuovi per i programmi dell’OSA: continua così l’opera di ampliamento del repertorio dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese per offrire costantemente al proprio pubblico spunti di novità e approfondimento al tempo stesso.

 

La prima parte del concerto sarà dedicata ad Alfredo Casella, protagonista del rinnovamento musicale italiano, fondatore con D'Annunzio e Malipiero della Corporazione delle Nuove Musiche, la sezione italiana della Società Internazionale di Musica Contemporanea.

Oltre al suo Divertimento per Fulvia, suite per orchestra da camera dedicata alla figlia dodicenne, verranno eseguiti brani che fanno riferimento alla sua seconda patria, la Francia, dove arrivò da ragazzo, divenendo allievo di Gabriel Fauré (di cui si ascolteranno la famosa Pavane op. 50, il Cantique de Jean Racine e la Fantasie in mi minore op. 79 per flauto e orchestra) esponente importante della scuola francese nel momento di passaggio dal XIX al XX Secolo. Il concerto si aprirà con Hommage à Mozart di Jacques Ibert, autore che con Casella condivide la formazione e l’elaborazione della scrittura moderna che fa tesoro dell’esperienza di Stravinskij.

Si tornerà al repertorio di tradizione nel secondo tempo della serata con la Sinfonia in la maggiore K 201 di Wolfgang Amadeus Mozart, opera che rappresenta un felice momento creativo del maestro salisburghese tanto da essere considerata fra le massime vette della sua arte.

 

Etichettato sotto
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…