Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Penne, sportello antiviolenza: caccia ai vessatori

In Italia i dati sono allarmanti, circa 6.800.000 persone hanno subito violenza, di cui il 31,5% in Abruzzo. Il progetto Medea desidera aiutare coloro che quotidianamente sono vittime di abusi: stalking, mobbing o bullismo.

 

 

Progetto Medea, organizzato dall’associazione Cuore Nazionale Abruzzo in collaborazione con il Comune di Penne. Tante persone venerdì scorso nella Sala Consiliare del Comune di Penne (PE) all’inaugurazione dello sportello antiviolenza, stalking, mobbing e bullismo.

L’obiettivo principale del servizio è informare correttamente sul fenomeno dello stalking, oltre a fornire consulenza gratuita unita a un’attività di prevenzione del fenomeno attraverso la formazione di operatori del settore e laboratori nelle scuole.

Lo sportello è importante per far sì che emergano e vengano denunciati atti vessatori

Sono a disposizione delle vittime psicologi, avvocati, criminologi pronti a fornire assistenza legale e consulenze atte a valutare il livello di pericolosità degli atti violenti. È inoltre offerto supporto psicologico per superare la vittimizzazione. Sul mobbing vengono dati consigli e suggerimenti orientativi e si studia un percorso per la tutela giuridica del lavoratore. Sono in via di preparazione dei progetti di informazione/formazione per contrastare il bullismo nelle scuole rivolti a docenti, personale ausiliario e famiglie.

Tutte le scuole di ogni ordine e grado, facenti parte della provincia di Pescara e non, possono contattare Cuore Nazionale Abruzzo se interessate a tali progetti. Lo sportello di Penne, nello specifico, è operativo tutti i giovedì dalle ore 9:30 alle ore 11:30.

Presenti all’inaugurazione il sottosegretario di Stato alla Giustizia, Federica Chiavaroli, il sindaco di Penne Mario Semproni, l’assessore alle Pari Opportunità Pina Tulli, il sostituto procuratore di Pescara Gennaro Varone, il presidente dell’associazione culturale “Emotivazione” Luigi Iavarone, il presidente regionale di Cna Francesco Longobardi, la responsabile regionale dello sportello antiviolenza Tiziana Di Gregorio, la psicologa dell’associazione culturale “Emotivazione” Luana Foti e il responsabile legale dello sportello antiviolenza Alfredo Testa. Sono intervenuti, inoltre, Andrea Di Maso, presidente di Cuore Nazionale, Denis Mesci, presidente nazionale U.di.con., la poetessa e attrice Franca Minnucci.Hanno partecipato anche: l’Istituto Laura Ciulli Paratore, l’I.T.C. G. Marconi e l’Istituto Giardini. Moderatore, il giornalista Luca Pompei.

 

 

 

 

 

 

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…