Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Piano Lupi, rinviato, press animalisti fa riflettere

Enpa e Animalisti Italiani "ringraziano le Regioni e l'opinione pubblica per l'attenzione dedicata a questa emergenza: la mobilitazione #cacciaunNO continua, manteniamo alta l'attenzione".



I Verdi si dicono soddisfatti dello stop al piano Lupo e invitano "le associazioni e i cittadini a proseguire la battaglia - spiegano in particolare Luana Zanella, dell'esecutivo nazionale dei Verdi e Rinaldo Sidoli, responsabile nazionale Verdi dipartimento Tutela e salute degli animali - anche perché non ci fidiamo del Ministro dell'ambiente Galletti che rappresenta un vero e proprio ossimoro con la sua carica: anche oggi ha giustificato i bracconieri tentando di sponsorizzare il condono per le stragi di lupi che aveva preparato con la misura 22 del piano.

"Chiederemo al Governo di eliminare il permesso di abbattimento dei lupi, non che i numeri fossero elevatissimi ma è il principio che non va: eventuali problemi di convivenza tra umani e animali non possono essere risolti solo con la tecnica dell'abbattimento" ha detto il governatore della Puglia, Michele Emiliano, a margine della Conferenza delle Regioni. "Inoltre il lupo è essenziale in molti luoghi a mantenere l'equilibrio dell'ecosistema nei confronti dei cinghiali. Quindi eliminarli incide sull'equilibrio dell'habitat in modo sbagliato".

Per  la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, "nel 2017 l'unica soluzione non può essere l'abbattimento dei lupi". "Il rinvio chiesto e ottenuto dal presidente Bonaccini - ha aggiunto - è una saggia soluzione: meglio riflettere ancora e meglio prima di abbattere i lupi". "Non passano certo sotto silenzio le ragioni degli allevatori né il complesso di provvedimenti per l'agricoltura - ha detto ancora - ma bisogna anche tenere nel debito conto l'evoluzione della nostra sensibilità ambientale. Per decenni noi e i nostri figli siamo cresciuti nel timore che un animale nobile come il lupo sparisse definitivamente dall'Italia, e ora non è banale cominciare a ripensarlo come a un pericoloso invasore". "In ogni caso sono sicura che il rinvio sarà utile a perfezionare una soluzione - ha concluso - capace di tutelare con equilibrio l'economia dei territori e la difesa dell'ambiente e del lupo".

"Si può operare mettendo in sicurezza il patrimonio agricolo senza strumenti estremi" ha osservato il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, e governatore della Liguria, Giovanni Toti spiegando che "tra l'altro non si tratta di numeri significativi, agire in altro modo è alla portata".ansa

 

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…