Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Giovedì 20 dicembre alle ore 10,00 presso la sede della Camera di Commercio dell’Aquila, alla presenza del Sindaco
0
 Direttrice Adriatica: "prezzi altissimi anche quando la velocità commerciale dei treni è bassa; dove invece deve
0
 Si terrà venerdì 21 dicembre, alle ore 18.00, nel corso della seduta del consiglio comunale presso la sala consiliare
0
Celebrata dal Lions Club Giulianova Castrum, nel Grand Hotel Don Juan di Giulianova Lido, la sesta Charter Night alla
0
 Il Co.n.al.pa. "Interventi che rovinano gli alberi" Il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus critica
0
Incontro in Comune con i referenti della ASL 2 e i medici di famiglia. Nei prossimi giorni, con le associazioni del
A24/A25. Strada parchi spa: legge sposta pagamento 112 mln di euro all'Anas a  'babbo morto'

Invece di canone quindi la manutenzione per la sicurezza stradale ricadrebbe sugli utenti. D'Alfonso ricorre alla Corte costituzionale, A24 e A25 diventerebbero onerose.

 

 

L’articolo contestato, convertito con la legge n. 96 del 21 giugno scorso, sospende l’obbligo in capo al concessionario Strada dei Parchi spa di versare il canone delle annualità 2015 e 2016 - pari ad euro 111.720.000 - per consentirgli di effettuare le opere di messa in sicurezza antisismica, e gli impone di versare la stessa cifra all’Anas in tre rate da 37.240.000 con scadenza al 31 marzo del 2028, 2029 e 2030.

La Giunta regionale, su proposta del Presidente Luciano D’Alfonso, proporrà ricorso davanti alla Corte Costituzionale contro l’articolo 52 quinquies del Decreto legge n. 50 del 24 aprile scorso, per evitare l’addebito all’utenza dei costi degli interventi di messa in sicurezza antisismica delle autostrade A24 e A25.

lo si apprende da una nota della regione.

A tal fine, con una delibera approvata ieri, ha conferito apposito incarico al prof. Vincenzo Cerulli Irelli e all’Avvocatura regionale.

“Il provvedimento si è reso necessario - spiega D’Alfonso - poiché in una visione che abbia a cuore l’effettiva funzionalità di una infrastruttura di elevato valore strategico, come l’autostrada che collega l’Abruzzo a Roma, le esigenze di sicurezza hanno priorità assoluta ma devono correlarsi alla sostenibilità delle tariffe a carico degli automobilisti. Il testo normativo - invece di prevedere l’utilizzo delle risorse derivanti dal canone di concessione per il pagamento dei lavori - assegna le risorse stesse all’Anas, con un inevitabile addebito agli utenti dei costi degli interventi; in tal modo la percorrenza dell’arteria autostradale diverrebbe oltremodo onerosa. Non permetteremo - conclude il Presidente - che la messa in sicurezza antisismica di A24 e A25 vada a gravare sulle tasche degli abruzzesi”.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…