Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Acerbo e Di Sante: "Apriamo le porte ai profughi, chiudiamole al fascista islamista Erdogan!"   Rifondazione
0
Galleria, intellettuale, ricordato con affetto per Fuori Uso che diede impulso creativo e artistico al territorio
0
Storico giornalista abruzzese   GIULIANOVA – Dopo essere stato insignito nel 2013 del titolo di Cavaliere, per
0
 La risposta di +Europa +Teramo: contenitore vuoto a Villa Mosca". Movimento 5 Stelle il 26 e 27 ottobre lancerà una
0
La presidente dell'Associazione Noi con la famiglia contro il simbolo del Gay pride 2020 a Pescara, contro l'invito
0
Nuova vita per i depuratori: concluso l'intervento a Serramonacesca Lo fa sapere l'ACA. Conclusi i lavori sul
Abruzzo/Comunita' montane: D'Alfonso ai commissari liquidatori "servizi anche con tagli al personale"

“Voglio il curriculum vitae di ogni ente da voi diretto, la fotografia attuale di ciascuna comunità”.

Lo ha detto il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ai commissari liquidatori delle comunità montane abruzzesi, convocati per un incontro cui hanno preso parte anche il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca, il direttore del Dipartimento della Presidenza Giovanni Savini, il direttore del Dipartimento della Pubblica amministrazione Ebron D’Aristotile, la dirigente del servizio Enti locali Maria Aurelia D’Antonio e il capo di gabinetto Fabrizio Bernardini.

“Dobbiamo far sì – ha proseguito il Presidente – che siano assicurati i servizi anche con i recenti tagli al personale. Mi aspetto da voi una formula collaborativa, per questo voglio che mi indichiate con precisione l’esatta situazione di ciascuna area”.

Per il Sottosegretario Mazzocca: “Il tema è trovare un modello di governance realmente sostenibile e concretamente applicabile ai territori montani, alla luce delle nuove acquisizioni legislative e della forte deregulation che ha portato all’eliminazione delle Province. La mancanza di questi enti intermedi rischia di lasciare parti di territorio estremamente sensibili come le aree montane al loro destino se non si interviene con un ripensamento della normativa regionale vigente, una modifica che punti ad agevolare e sostenere in maniera concreta l’aggregazione dei piccoli comuni di montagna”.

Ultima modifica il Giovedì, 28 Gennaio 2016 13:18
Etichettato sotto
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…