Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
il 4 e 5 agosto ArteMusica&Gusto   Quarantotto ore di concerti dislocati in un suggestivo percorso lungo
0
Mario Mazzocca ha annunciato l’approvazione del documento finale relativo alla Strategia Energetica Nazionale (SEN) ed
0
 Concerto gratuito sabato 5 agosto Cuzzi: “Un altro grande evento per l’estate della città e Pescara Open Day”    
0
Nella Biennale Arteinsieme – cultura e culture senza barriere a L’Aquila sabato 22 luglio una visita tattile -
0
 “ha commesso un errore politico.” Dopo la nomina di una strettissima collaboratrice alla direzione della suola di
0
Pignoli: “pronti a recarsi dal Prefetto se entro fine mese non saranno fornite risposte certe” “Io che mi sono
Abruzzo. Democratici e Progressisti in 500 da Sinistra Italiana. Ecco alcuni nomi

Movimento Democratico e Progressista (Mdp) di Bersani e Speranza, ecco chi aderisce concludendo l'esperienza con Sinistra Italiana

 

 

"Aderiamo ad “Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista”. Per noi l’esperienza di Sinistra Italiana finisce qui.”

Questo un estratto dei nominativi: Gianni Melilla (Deputato), Mario Mazzocca (Sottosegretario Giunta Regione Abruzzo), Tommaso Di Febo (già Coordinatore regionale SEL), D'Agresta Francesco (Presidente Nazionale ESSE), Filippini  Mario (già Consigliere Regionale), Caramanico Franco (già Consigliere Regionale), Leone Betty (Assessore Comunale L’Aquila), Masciocco Giustino (Capogruppo SI Comune de L’Aquila),  Cianci Paola (Vicesindaco Città di Vasto CH), Marra Marco (Consigliere Comunale Vasto CH), Caporale Francesca (Assessore Comune di Lanciano CH), Di Battista Rocco (Sindaco di Frisa CH),Rita Silvaggi (Assessore Comune di Caramanico Terme), Morante Davide (Consigliere Comunale Salle PE), Partipilo Vito (Vicesindaco di Silvi TE) e il relativo gruppo consigliare, Montelisciani Vincenzo (già Coordinatore provinciale SEL L’Aquila), De Lutiis Silvio (già Coordinatore provinciale SEL CH), Andrea Core (Esecutivo Nazionale UDU), Di Marco Donato (Sindacalista CIA), Virgilii Francesco (Presidente Nazionale ANCODAS), Cambi Enzo (Fab CNA), Chiarini Piero (Teramo Nostra), Fortunato Deleo (Presidente Comunità Eritrea Pescara), Franca Canale (SPI CGIL), i seguenti quadri regionali, provinciali e locali: Bruno Marino,  De Angelis Fabrizio, Antonio Canzano, Virgilii Arianna, Di Lodovico Roberto, Rossi Luca, Rosato Dario, Di Cesare  Giulia, Cutugno Francesco, Marchetti Sabrina, Montelisciani Marco, Ahmad Husein, Conte Donatella, Racinelli Vittorio, Prosperi Sabatino,  Cutilli Fiorangelo,  Del Viscio Francesco,  Vicoli Maurizio,  Nardangeli Maurizio, Battestini Marco, D'Alfonso Geraldine, Acconciamessa  Federico, Blasiotti Marco, Donatella Di Cesare, Zulli Giustino, Naccarella Roberto, Trisi Marco, Pacchione Camillo, Tieri Carlo, Sisofo Gabriele, Rasetta Francesca, Di Stefano Antonio.

“Negli ultimi anni, provenienti da varie esperienze politiche, abbiamo lavorato per la ricomposizione della sinistra, per superare il paradosso di quella sinistra che mette in campo politiche di destra, come il PD renziano, e dell’inefficacia di quella radicale.”Si legge in una nota

 

“ Abbiamo contribuito in maniera decisiva alla nascita di Sinistra Italiana anche in Abruzzo speranzosi che questo potesse essere il terreno della ricomposizione, ma quel progetto come inteso in origine, a partire dall’assemblea del teatro Quirino del 2015, si è arenato nelle secche di un congresso insufficiente che ha chiaramente riposizionato SI nell’area dell’inefficacia radicale. Oggi 20 dei 28 delegati abruzzesi a quel congresso intraprendono un’altra strada.”


“Noi non ci stiamo ne possiamo rimanere inermi di fronte ad un fatto politico più che rilevante come la scissione da sinistra del PD che negli anni abbiamo sempre auspicato.”

 

“In questi giorni hanno aderito circa 500 compagni delle realtà di L’Aquila, Tagliacozzo, Fossa, Calascio, Sulmona, Avezzano,Teramo, Silvi, Roseto degli Abruzzi, Giulianova, Mosciano Sant’Angelo, Martinsicuro, Montorio al Vomano, Tortoreto, Alba Adriatica, Sant’Omero, Basciano, Tossicia, Civitella del Tronto, Cellino Attanasio, Arsita, Pescara, Montesilvano, Penne, Loreto Aprutino, Spoltore, Rosciano, Caramanico Terme, Cugnoli, Scafa, Civitaquana, Salle, Civitella Casanova, Farindola, Chieti, Vasto, Francavilla al Mare, Lanciano, Miglianico, Guardiagrele, San Salvo e Frisa. Inoltre hanno aderito rappresentanti delle associazioni sindacali e studentesche".

 

Aderiscono tra gli altri: De Berardinis Mirko, Nardangeli Maurizio, Di Filippo Stefano, D’Eugenio Danilo, Luciani Mario, Narcisi Michelino, Di Nicola Gabriele.

 

Abruzzo Sinistra Italiana: “Al lavoro per organizzare il partito dell’alternativa”

 

Dal 17 al 19 Febbraio si è tenuto a Rimini il congresso nazionale fondativo di Sinistra Italiana, nuovo soggetto politico promosso dall’incontro di forze organizzate, reti di movimento e singoli che" si è posto fin dall’inizio del processo costituente l’obiettivo di superare le divisioni del passato e di ribaltare le modalità del fare politica a sinistra."

 

Durante e subito dopo il congresso si sono innescati movimenti differenti, di carattere nazionale e locale, che hanno visto una nuove articolazione delle forze a sinistra del Partito democratico. Si legge in una nota. " Le conseguenze politiche ed organizzative prodotte dalla rottura interna al PD, a cui guardiamo ovviamente con favore, non sono però prive di ambiguità e contraddizioni evidenti a partire dal sostegno al governo Gentiloni e dalle difficoltà da parte di queste esperienze nascenti di prendere posizioni politiche chiare su questioni strutturali o vicende contingenti (come ad esempio il caso Consip e la sfiducia al ministro Lotti)."

" Come militanti, consiglieri comunali ed amministratori locali iscritti a Sinistra Italiana intendiamo ribadire con forza la necessità di costruire sui territori un’alternativa chiara e credibile strutturando il partito ma soprattutto ritornando a mettere in campo, in maniera strategica e pianificata, una serie di appuntamenti pubblici per spiegare le nostre ragioni e proposte (a partire dalla campagna nazionale “Abbiamo un piano” contro chi sfrutta, evade ed inquina) ma anche per intercettare i bisogni e la domanda di cambiamento confrontandosi senza spocchia o boria di partito con i cittadini. Stare nel merito delle questioni per noi significa riprendere forza nell’iniziativa politica su lavoro (a cominciare dal sostegno alla campagna referendaria della CGIL su voucher e appalti), sanità, messa in sicurezza del territorio, crisi sociale ed ambientale assumendo posizioni politiche chiare e trasparenti dal livello regionale fino a quello comunale. Ed è seguendo questo approccio che fin dai prossimi giorni vogliamo impegnarci per organizzare il partito dell’alternativa su tutto il territorio regionale come socialmente utile e politicamente credibile."  

 

Letto 613 volte Ultima modifica il Venerdì, 10 Marzo 2017 19:22
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…