Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Il progetto inserito nel cartellone della Perdonanza Appuntamento martedì 27 agosto in diverse location del centro
0
ARCI Pescara, Lo sPaz e Rete Della Conoscenza organizzano un mercatino del libro usato dei libri scolastici, presso il
0
  14 agosto 2019, dalle ore 17,00  ATRI. Domani, mercoledì 14 agosto 2019, la città di Atri rivive il suggestivo
0
Un concerto straordinario in programma per la vigilia di Ferragosto a Tagliacozzo Festival. "Volevamo celebrare
0
 Presentato il programma religioso in onore del patrono San Rocco e San Pio da Pietrelcina, San Gabriele
0
Proseguono le visite guidate gratuite del Polo Museale Civico aperto anche a Ferragosto Giulianova è una delle città
Abruzzo. Nessuna casa popolare per chi offende la Nazione. Le nuove regole d'assegnazione

Nessuna casa per chi offende la nazione, tutela vittime violenza domestica, legalità

 

L’Aquila, 23 luglio 2019 - Ecco le principali novità introdotte dalla proposta di legge firmata dal presidente della regione Marco Marsilio e dall’assessore delegato Guido Liris (Fdi)

RIPRISTINO DELLA LEGALITÀ - Il provvedimento introduce maggiore equità e controlli più efficaci e puntuali in ordine al rispetto dei requisiti di accesso all’alloggio popolare. GLI ITALIANI, MAI PIÙ DI SERIE B - Come già avviene per i cittadini italiani, anche gli stranieri dovranno dimostrare il possesso delle condizioni economiche, reddituali e patrimoniali.

CASE POPOLARI SOLO AI CITTADINI ONESTI - La legge propone un inasprimento delle cause di esclusione e di decadenza dal beneficio per chi si macchia di reati di vario genere, tra cui quelli contro la PA, l’amministrazione della giustizia, l’ordine pubblico, il patrimonio e la persona. L’attuale limite di condanna, superiore a 5 anni di reclusione per l’assegnazione della casa popolare, viene abbassato a 3 anni.

NESSUNA CASA POPOLARE PER CHI OFFENDE LA NAZIONE E LE SUE ISTITUZIONI La riforma introduce il principio per cui chiunque non rispetti la Nazione, le sue istituzioni e i suoi emblemi, non ha diritto all’alloggio popolare; quindi viene escluso o decade chi si macchia del reato di vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate.

MAGGIORE TUTELA PER LE VITTIME DI VIOLENZA DOMESTICA - La legge introduce la decadenza dall’assegnazione dell’alloggio per gli autori di delitti di violenza domestica, mantenendo però il diritto di abitazione per i conviventi.

FUORI I FURBI - Tolleranza zero per chi si rende responsabile di allacci abusivi alle utenze domestiche.

COMBATTERE LA DISPERSIONE SCOLASTICA - Il provvedimento garantisce la formazione culturale dei giovani, inserendo tra le cause di decadenza dal beneficio coloro che abbiano riportato denunce per inosservanza dell’obbligo scolastico per i figli minori.

ATTENZIONE NEI CONFRONTI DEI GENITORI SEPARATI - L’iscrizione ai bandi viene aperta anche ai coniugi separati o divorziati, i quali, seppur nominalmente titolari di case di proprietà, non possono usufruirne in quanto assegnate dalla legge all’altro coniuge e si trovano pertanto in forte difficoltà economica e abitativa.

 

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…