Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Argentini della Nursind, “carenza di personale infermieristico e sia di una incapacità a gestire” Accade in
0
Sinistra Italiana su Megalò 2: “Abbiamo partecipato con convinzione al sit-in di protesta, ora occorre individuare gli
0
L’assessore Di Carlo: “Ci prepariamo al decollo di una misura attesa da oltre otto anni. Pronto anche uno sportello
0
non funziona più centrale termica, “impossibile lavorare". La Direzione Regionale dei Beni Culturali e del Turismo
0
 Il 16 e 17 dicembre i vicoli del centro storico si coloreranno di spettacoli, gastronomia e musica. Ecco il
0
Presentato oggi il report delle attività svolte durante la prima edizione degli Stati Generali della Mobilità Urbana a
Cambiamenti climatici. Mazzocca annuncia l'Alleanza Globale contro il carbone

Il Sottosegretario d'Abruzzo Mazzocca annuncia la nascita dell'Alleanza Globale, sancita anche dall'Italia a conclusione della Cop23, la Conferenza Internazionale sul Clima, che quest'anno si è tenuta a Bonn.

Nel corso della Cop23 sono state definite le procedure necessarie all'aggiornamento dei target nazionali di decarbonizzazione che permetteranno, dopo l'Accordo di Parigi nella Cop21 sul mantenere il riscaldamento globale entro i 2 gradi dai livelli pre-industriali o possibilmente entro 1.5 gradi, di raggiungere quantomeno l'obiettivo minimo nel 2020, quando l'accordo entrerà in vigore. “Infatti, al momento - dichiara Mario Mazzocca, Sottosegretario Regionale e Vice Presidente Fedarene (Federazione Europea delle Agenzie e Regioni per Energia ed Ambiente) con delega al cambiamento climatico - la traiettoria attuale ci porterebbe a +2,7 gradi. Stima considerata ottimistica poichè a più riprese è stato evidenziato come si potrebbero superare facilmente perfino i 3 gradi. Dopo le linee guida di Parigi, quindi, occorre adesso imprimere un’accelerazione.

Nel corso della Cop23 a Bonn, intanto, è nata la “Global Alliance to Power Past Coal” (in italiano ribattezzata “Alleanza globale per l’elettricità oltre il carbone”): un'alleanza di 25 Paesi (tra cui l'Italia), guidata dal Regno Unito, che si prefigge l’obiettivo di accelerare la crescita pulita e la protezione del clima attraverso la rapida eliminazione del carbone, fonte da cui proviene il 40% di emissioni gas serra causando 1 milione di morti l’anno. Anche su questo si lavorerà alacremente in vista della prossima Conferenza Onu sul Clima, la Cop 24 di Katowice (Polonia) nel novembre 2018”. Intanto l'Abruzzo è stato colpito, alcuni giorni fa, da una nuova ondata di maltempo durante la quale è stato registrato un picco di precipitazioni di oltre 200mm di pioggia in 24 ore, abbattutosi soprattutto nella zona di Atri.

"È ormai evidente - spiega Mazzocca - come bisogna effettuare velocemente un radicale ripensamento della tipologia di approccio al territorio, abbandonando drasticamente modelli comportamentali propri del XX secolo e sviluppando la capacità di resilienza necessaria per reagire prontamente ad eventi negativi e trasformarli in opportunità”. Dopo vari appuntamenti su territorio abruzzese mirati al coinvolgimento delle istituzioni e cittadinanza, il processo partecipativo al Pacc (Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici) giovedì 23 novembre a L'Aquila vedrà l'incontro conclusivo durante il quale verranno affrontate criticità emerse dal Profilo Climatico e problematiche quali riscaldamento, conseguenze biogeografiche ed effetti sul patrimonio naturale.

Letto 379 volte
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…