Stampa questa pagina
Carrozzine Determinate Abruzzo annuncia: tutti in catene davanti a Montecitorio

 "pensioni di invalidità ammontano a 9 euro al giorno" - Lettera di Carrozzine determinate chiede incontro con Gianluca Vacca

 

L’associazione Carrozzine Determinate si rivolge al rappresentante abruzzese di questo Governo del Movimento 5Stelle Gianluca Vacca, " ha partecipato più volte a manifestazioni delle Carrozzine Determinate dichiarando di essere vicino ai cittadini più deboli, che i disabili abruzzesi chiedono un incontro e un riscontro concreto!"

"Caro sottosegretario Vacca il mondo della disabilità ha creduto alle promesse elettorali di chi avrebbe dovuto restituire dignità ai servizi alle persone più fragili della società! La disabilità è la prima causa di impoverimento nel mondo con le famiglie che si indebitano e i genitori spesso costretti a lasciare il lavoro! Le pensioni di invalidità ammontano a 9 euro al giorno, in caso di decesso non danno neppure diritto alla reversibilità. Tutto questo è indegno!

Il Movimento 5stelle così come la Lega avevano promesso l’aumento delle pensioni di invalidità da 280 a 780 euro, invece l’unico aumento che si è registrato per il 2019 è pari a 3,11 euro, portando le pensioni da 282,55 a 285,66 euro".

Prosegue poi la lettera:

"Nulla è previsto in materia di reddito di cittadinanza per la disabilità, non è contemplato alcun aumento dei trattamenti assistenziali e addirittura per il calcolo del reddito familiare nel suo ammontare verranno conteggiate anche le pensioni di invalidità oltre alle pensioni sociali;

1.072.000 pensioni di invalidità da aumentare da 285,66 a 780 euro portano ad un risultato che il reddito di cittadinanza non potrà mai coprire!" E ancora: "E restano escluse le indennità di frequenza che nonostante le vane promesse non aumenterete mai! In Abruzzo (dati del 2017) sono 80.252 le persone che percepiscono la pensione di invalidità civile e che non vedranno nessun aumento rimanendo nettamente al di sotto della soglia di povertà."

"Si aiutano coloro che non trovano un lavoro dimenticando completamente quelli che NON possono lavorare!"

Con lo slogan “siamo disabili ma non siamo cretini“ parte l’appello dell’Associazione Carrozzine Determinate Abruzzo per una mobilitazione nazionale che "ci dovrà vedere tutti incatenati davanti a Montecitorio! Chiediamo la mobilitazione di tutte le organizzazioni abruzzesi, dei sindacati, del terzo settore, e lanciamo un appello a tutte le associazioni nazionali chiedendo fin da ora alla Federazione Nazionale Italiana per il Superamento dell’Handicap di organizzare una manifestazione nazionale che vedrà le Carrozzine Determinate in prima linea in catene davanti a Montecitorio!"

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…