Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Venerdi 22 novembre dalle ore 17,00 presso la Biblioteca Regionale di Lanciano, nello storico Palazzo De Crecchio si
0
Venerdì 22 novembre ore 11    Venerdì 22 Novembre ore 11.00 presso l'Aula Magna del Liceo Classico D'Annunzio,
0
Presente all'incontro organizzato dal Comitato "Difendiamo Loreto", contrario alla possibile nascita di un impianto di
0
Campagna promozionale realizzata da Regione Abruzzo con foto di luoghi esotici, il Consigliere regionale M5S Francesco
0
L'Enac ha espresso il parare positivo al prolungamento della pista di volo dell'aeroporto d'Abruzzo. La notizia è
0
Giovedì la firma del contratto e l'incontro tra rappresentanti dell'istituto comprensivo G.Galilei e direzione lavori
Costa abruzzese, dati balneazione preoccupanti

Il consigliere regionale Barbara Stella commenta "Ho letto in questi giorni che è stata riaperta la balneazione sul litorale di Montesilvano, vietata nei giorni precedenti a causa delle copiose piogge".


"Ritengo inconcepibile che in una Regione come l'Abruzzo, votata al turismo estivo con i suoi 150 km di costa, gli operatori turistici e i titolari degli stabilimenti balneari debbano sperare in condizioni climatiche favorevoli per salvaguardare la stagione turistica di un intero territorio. Viene da chiedersi cosa sarebbe accaduto se avessimo avuto un'estate caratterizzata da diversi fenomeni temporaleschi – continua il consigliere Stella – probabilmente avremmo dovuto chiudere alla balneazione diversi tratti di costa con ingenti danni, sia agli operatori turistici sia all'immagine della nostra Regione. Le ultime analisi del 4 settembre – incalza - ci raccontano una situazione preoccupante che coinvolge tutte le tre provincie del litorale abruzzese: da Pineto nel teramano passando per Pescara fino ad arrivare a Vasto. I nostri assessori regionali la smettano di fare proclami ma piuttosto pensino a costruire un piano di investimenti consistente e ad ampio raggio, con interventi generalizzati sugli impianti di depurazione e sull'ampliamento della rete fognaria, affinché l'eccessivo afflusso delle acque piovane non vada più ad inficiare la qualità delle acque marine. I cittadini abruzzesi attendono da tempo un'azione politica concreta che metta davvero al centro la salute del nostro mare, il tempo delle parole è finito". Conclude.

Ultima modifica il Martedì, 10 Settembre 2019 17:04
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…