Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Il consigliere regionale 5 stelle sollecita il riordino: "aspetta da anni di essere attuato"   "Per
0
 Con l’accensione dell’albero di Natale più grande d’Abruzzo, quest’anno avvenuta a cura dei bambini del reparto di
0
Verì bacchetta Imprudente, Ermesino: "100 euro a uscita per la caccia è un pò troppo". L'associazione venatoria
0
Atri partecipa a bando per realizzare parco giochi inclusivo   ATRI. Anche il Comune di Atri partecipa al bando
0
Un progetto di sviluppo che abbia come cardini la mobilità intermodale, una crescita economica della città che sappia
0
 La struttura di via Tavo è pronta per ospitare i laboratori del progetto contro la povertà educativa   Stanze
CROLLANO LE ESPORTAZIONI ABRUZZESI VERSO RUSSIA, LIBIA, TUNISIA E BRASILE: -50,8% IN UN ANNO

Studio sull’export nei mercati emergenti in maggiore crisi

 

 

Pescara, 3 dicembre – Cala drasticamente, in Abruzzo, il valore delle esportazioni verso Russia, Libia, Tunisia e Brasile, ovvero i quattro mercati emergenti in maggiore crisi: nel primo semestre del 2015 si registra una flessione del 50,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L'esposizione sui quattro mercati rappresenta per la regione lo 0,61% del valore aggiunto, per un totale di 83 milioni e 772mila euro.

E' quanto emerge da un approfondimento che Confartigianato Abruzzo ha condotto su un'elaborazione del Centro studi della Confederazione nazionale.

Nei primi sei mesi di quest'anno, inoltre, il totale delle esportazioni verso i quattro Paesi è concentrato prevalentemente verso i mercati russi, pari al 61,7%, seguiti da Tunisia (20,8%), Brasile (15,6%) e Tunisia (1,9%).

A livello territoriale, la provincia di Chieti assorbe quasi la metà delle esportazioni delle regione verso i quattro Paesi, che rappresentano l’1,01% del valore aggiunto, dato anche più alto della media nazionale: 41,47 milioni di euro di esportazioni, con un calo del 63,8% rispetto al primo semestre del 2014. Seguono la provincia di Pescara (-1,8%, 22 milioni di euro, 0,66% del valore aggiunto), quella di Teramo (-42,3%, 17,14 milioni di euro, 0,55% del valore aggiunto) e quella dell'Aquila (-5,6%, 3,16 milioni di euro, 0,10% del valore aggiunto.

A livello nazionale i quattro Paesi sono quelli che tra i dieci maggiori mercati fanno registrare una caduta dell’export superiore ai dieci punti percentuali: Libia (-34,2%), Russia (-28,4%), Tunisia (-10,5%) e Brasile (-10,3%).

 

 

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…