Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
con l’associazione Mede@ Cepagatti. La scorsa mattina, nella Sala Consiliare del Comune di Cepagatti, alla
0
 Confindustria Abruzzo sollecita azione di messa in sicurezza che possa scongiurare chiusura prevista tra un mese.
0
L'elenco delle azioni di questi 5 anni.   Si chiude con un bilancio a 360 gradi l’operato dell’Amministrazione
0
ospiterà Ragioneria Generale dello Stato, l’Ispettorato territoriale del lavoro di Chieti, la sala operativa della
0
 Sì della Giunta al rilascio di certificati online. L’assessore Di Carlo: “Anche Pescara rilascerà certificati
0
Escursioni, passeggiate turistiche, laboratori esperienziali, degustazioni, presentazione di libri e iniziative dal
Liberazione in Abruzzo. Scoppia la polemica su "dichiarazione antifascista".

Nel giorno della  Liberazione si riapre un dibattito, seppur anacronistico, comunque spinoso tra destra, FN, e Anpi sulla raccolta firme antifascista.

 

Nel programma dell'Anpi, tra le varie azioni in programma, poesia, teatro, sit in a favore di Lula, il 16 aprile è stata fatta la "Raccolta firme per la petizione antifascista presso il cinema Massimo in occasione della rappresentazione del film ‘Il giovane Marx’."

Si legge sul comunicato "In un periodo storico caratterizzato dal rigurgito di tendenze xenofobe e pulsioni populiste, riproposte da quei movimenti neonazisti che hanno trovato terreno fertile nella pancia del Paese, l’Arci e l’Anpi ribadiscono la necessità di proporre ai cittadini e al mondo della politica una lettura e un modo di agire più inclusivi e costruttivi, attraverso politiche di giustizia sociale, rilancio del welfare, accoglienza, cooperazione, sviluppo della cultura, inclusione e partecipazione." E ancora "Solo in una società più aperta, coesa e meno diseguale possono prevalere i principi di libertà, uguaglianza e integrazione fra i popoli riconosciuti dalla Costituzione italiana."

Previsto per oggi a Pescara partitone tra i migranti ospitati nei centri di accoglienza gestiti da Arci Pescara e Caritas e le squadre di calcio dell’Anpi e della Cgil nel torneo “Liberi di ... Giocare insieme”, nel campetto del parco di Villa de Riseis. A sostegno della "cultura dell’integrazione, dell’accoglienza e della pace sul territorio, in linea con la strada tracciata dalla Costituzione Italiana, a 70 anni dalla sua entrata in vigore, che con l’articolo 3 ha riconosciuto il principio di uguaglianza formale e sostanziale di tutti i cittadini".

 

La raccolta firme su 'Dichiarazione di antifascismo' fa reagire sui media Forza Nuova, che invia una nota a testimonianza della protesta simbolica con manifesto. A Vasto, Chieti, Torino di Sangro, Roseto, Atessa affisso sui muri: "Firmare? Si, per chiudere Anpi".

Nella nota si leggono le ragioni di Forza Nuova, “Negli ultimi mesi in Abruzzo per la sinistra e per certe associazioni è diventata consuetudine fare ciò che si vuole senza che nessuno intervenga, inizia cosi la nota di Forza Nuova Abruzzo. Dopo l’ennesimo gesto di sfida messo in atto dall’anpi, quello di obbligare chiunque a sottoscrivere la cosiddetta 'dichiarazione di antifascismo' la dove si chieda l’occupazione del suolo pubblico o strutture appartenenti ai comuni, Forza Nuova ha deciso di ribellarsi a questa dittatura del pensiero unico."

E sostiene "E’ inaccettabile che un’associazione come l’anpi che da sempre non fa altro che alimentare un odio incondizionato contro tutto ciò che non sia di suo gradimento, possa obbligare i consigli comunali ad approvare una simile violazione del diritto alla libertà di opinione dell’individuo, irrinunciabile e presidiato dalla Carta Costituzionale all’art. 21 in tema di assoluta libertà di pensiero. E’ altresì inaccettabile, continua la nota, che nessuno ad oggi metta un freno a questa sedicente organizzazione che usufruendo anche di soldi pubblici, che ci piacerebbe sapere come e dove vengano impiegati, continui dopo settant’anni ancora una caccia alle streghe che come ci ricorda la storia ha visto in tutti questi anni anche la morte di ragazzi, basti pensare agli anni di piombo, solo perché si aveva un’opinione diversa da quella della maggioranza."

Forza Nuova "non può permettere che ciò continui ad avvenire, per questo da oggi porteremo avanti una petizione per chiedere l’immediato blocco dei finanziamenti pubblici all’anpi e la sua conseguente chiusura. Riteniamo doveroso agire adesso prima che l’odio e la violenza mediatica di questa associazioni porti a conseguenze pesanti per la libertà di pensiero in questa nazione."

Pertanto, scrivono: "l’unica firma che Forza Nuova ritiene utile è quella per chiudere l’Anpi!”

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Aprile 2018 11:02
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…