Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
I consiglieri comunali Pignoli e Teodoro in tour nella savana pescarese ritratte in 28   PESCARA 28/04/2017. Erba
0
Concessa dal Comune l'autorizzazione alla Asl per l'esercizio dell'attività sanitaria.     Un altro passo
0
Pescara torna set cinematografico dal primo maggio. Marco Cassini, oggi la presentazione: “Giro in Abruzzo con gli
0
“Governo e regione Abruzzo ancora tagli a sanità e sociale. il pd e il pluri-indagato d'Alfonso fanno peggio di
0
Dodici maestri orafi, seminari e workshop al Circolo Aternino il 6 e 7 maggio         Pescara, 28 aprile
0
“Mi è dispiaciuto apprenderlo dalla stampa”     “Ho ricevuto oggi la notifica dell’avviso di garanzia, in
Abruzzo

Abruzzo (731)

Tutte le notizie sull'Abruzzo, politica, incontri, news, Luciano D'Alfonso, Dino Pepe, Mario Mazzocca, ultime notizie, Grande Pescara, Parco Costa teatina

Il Governo ha risposto all'interrogazione del Deputato SI Gianni Melilla

Mentre il presidente D'Alfonso richiede l'intervento dell'esercito al Ministro della Difesa Roberta Pinotti per liberare la viabilità della città di Chieti, Atri e Cellino Attanasio, la mancanza di spazi a causa dei cumuli di neve, nei centri urbani impedisce la necessaria agibilità per le manovre operative dei normali mezzi di lavoro, le scuole chiudono in diverse comuni anche domani, M5s denuncia un Abruzzo da “terzo mondo”.

"Sono ormai 36 ore che probabilmente più di 200 mila cittadini sono rimasti senza energia elettrica, quindi anche senza riscaldamento, presso le proprie abitazioni."

 

febbo: a oltre 15 mesi dalla chiusura non sappiamo come e quanto ha speso la regione Abruzzo

 

Chieti 17/01/2017 – “A ben 15 mesi dalla chiusura dell’Expo di Milano, siamo ancora in attesa della rendicontazione complessiva delle spese sostenute dalla Regione Abruzzo per partecipare all’evento. Una lentezza non solo alquanto “arbitraria” ma inqualificabile, inaccettabile e assolutamente inopportuna”. E’ quanto dichiara il presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo che spiega come “la prima richiesta ufficiale è stata inoltrata agli uffici competenti quasi un anno fa e precisamente il 17/02/2016 mentre l’11/03/2016 è stato inviato un primo sollecito. Il 22/03/2016 la Direzione generale della Regione, a firma della dottoressa Gerardis, ha inviato agli uffici della Commissione di Vigilanza, il prospetto riepilogativo dei principali documenti “burocratici” e non contabili  relativi alla realizzazione dell’evento milanese che per la nostra regione, è bene ricordarlo, è stata affidata alla società in house Abruzzo Sviluppo; stiamo parlando di una  dotazione complessiva che supera i 2 milioni 400 mila euro.”

Il 24/03/2016 con un’altra nota ufficiale riferisce di aver chiesto espressamente copia della rendicontazione delle spese e la relativa documentazione “essendo venuto a conoscenza della proroga della convenzione con Abruzzo Sviluppo fino al 30/06/2016. Entro quella data mi sarei aspettato che fosse perfezionata la documentazione amministrativo-contabile ma così non è stato.” Alla sua ennesima nota ufficiale, datata proprio 30/06/2016, il Dipartimento Turismo ha risposto inviando copia della Determinazione con la quale si posticipa ulteriormente la scadenza della convenzione al 31 dicembre 2016 “senza parole!!!”.

Trascorso il termine previsto, il 09/01/2017 ha chiesto nuovamente di ricevere la documentazione relativa a “Abruzzo Expo 2015” rivolgendomi al Rup “ è rimasto incredibilmente inevaso.” Il termine ultimo della rendicontazione è stato prorogato addirittura al 30/06/2017, “da restare inorriditi!!!”

“Credo che questa vicenda sia emblematica della realtà regionale – conclude Febbo - fatta di chiacchiere e spot ma purtroppo nella concretezza dimostri la più totale inefficienza e disorganizzazione (e mi fermo qui con i commenti almeno per il momento) dell’apparato politico e burocratico i cui danni ricadono tutti sugli abruzzesi”.

 

 

Aggiornamenti un quarto della regione senza elettricità. Idrovore a Montesilvano, voli regolari all'aeroporto d'Abruzzo e situazione generale nelle province. M5s "nostra regione come terzo mondo"

D’Alfonso su emergenza energia elettrica "L'emergenza che permane concerne la fornitura di energia elettrica ad opera di Enel.  Sono 74 i Comuni con interruzione del servizio, a seguito di un controllo frontale, territorio per territorio."

" Sul punto ho chiamato personalmente il Direttore Generale di Enel Italia Carlo Tamburi per segnalare le situazioni di interruzione erogativa.  Ho anche chiamato Stefano Conti, direttore Affari istituzionali e autorizzazioni di Terna, per segnalare le difficoltà connesse alla rete abruzzese di Terna per l'alta tensione. Ho coinvolto anche la Protezione Civile nazionale, comunicando la situazione al Capo Dipartimento Fabrizio Curcio." riferisce il governatore della regione "Adesso siamo impegnati per assicurare la conferma della copertura elettrica al Consorzio Acquedottistico della Sasi di Lanciano e per recuperare l'erogazione del servizio a Lanciano. Enel ha appena comunicato che due gruppi elettrogeni sono in corso di consegna per le esigenze della Sasi di Lanciano che eroga acqua a 220mila persone.

Questi i Comuni che hanno problemi con la fornitura di energia elettrica:

Abbateggio

Cappelle sul Tavo

Castiglione a Casauria

Cepagatti

Collecorvino

Elice

Lettomanoppello

Manoppello

Pianella

Roccamorice

Scafa

Spoltore

Tocco da Casauria

Turrivalignani

Prezza

Tornimparte

Ancarano

Arsita

Atri

Basciano

Bellante

Bisenti

Campli

Castellalto

Castiglione m. Raimondo

Castilenti

Cellino Attanasio

Civitella del Tronto

Crognaleto

Giulianova

Isola del Gran Sasso

Montefino

Montorio al Vomano

Morro d’oro

Mosciano S. Angelo

Notaresco

Penna S. Andrea

Roseto

S. Omero

Silvi

Teramo

Torricella Sicura

Archi

Ari

Atessa

Bucchianico

Canosa Sannita

Carpineto Sinello

Casacanditella

Casalanguida

Casalbordino

Casalincontrada

Chieti

Crecchio

Filetto

Fossacesia

Fraine

Francavilla al mare

Gissi

Guilmi

Lanciano

Lentella

Lettopalena

Pennadomo

Poggiofiorito

Rapino

Roccamontepiano

Roccascalegna

S. Giovanni teatino

S. Martino sulla Marrucina

Taranta Peligna

Torino di Sangro

Tornareccio

Torricella Peligna

Mazzocca: solleciti continui

"L’ennesima forte ondata di maltempo che sta interessando il Centro/Sud Italia a partire dalla notte scorsa sta causando numerose interruzioni dell'erogazione di energia elettrica su buona parte del territorio regionale tra le province di Pescara, Chieti e Teramo." Dice il sottosegretario regionale Mario Mazzocca "Nonostante lo strenuo impegno dei tecnici di 'Enel Distribuzione', la cui sottostima in tali frangenti appare oltremodo evidente ed al quale va tutto il nostro sincero e sentito ringraziamento per la massima sensibilità ciclicamente dimostrata e per lo straordinario impegno profuso, abbiamo ripetutamente sollecitato Enel affinché si conoscano tempestivamente le tempistiche di ripristino delle utenze per permettere al sistema regionale di Protezione Civile di programmare le attività di soccorso alla popolazione. Tali interventi possono contemplare oltre che l'impiego di alcuni gruppi elettrogeni della Colonna Mobile, anche l’eventuale delocalizzazione dei cittadini in strutture raggiunte da servizi essenziali."

"A detta di Enel, le condizioni critiche della viabilità non consentirebbero né l’effettuazione dei necessari interventi di ripristino, né le attività di installazione di gruppi elettrogeni. Premettendo che, allo stato attuale, le località interessate - soprattutto quelle in provincia di Chieti - non risultano affatto irraggiungibili, anche ipotizzando tanto inverosimili quanto non auspicabili difficoltà di interlocuzione con soggetti terzi (ad esempio, Terna per l’alta tensione), è gravissimo che, al momento, per la stragrande maggioranza delle circa 90mila utenze 'disalimentate' non ci sia la benché minima previsione sui tempi necessari non solo per il ripristino dei guasti ma anche per la semplice installazione di gruppi elettrogeni per l’emergenza. Al momento, in provincia di Chieti si contano circa 70.000 utenze disalimentate, di cui circa 40.000 dovute a guasti che stanno interessando la rete di Alta Tensione servente le cabine primarie di Atessa, Gissi, Casoli e Lama dei Peligni. Le condizioni più critiche riguardano i comuni del Frentano e dell’alto Sangro. In provincia di Teramo le interruzioni riguardano circa 8.500 clienti, anche se sarebbero in corso attività di riparazione che interessano circa 3.000 clienti per i quali Enel prevede di ripristinare il servizio in serata. In provincia di Pescara, infine, le utenze disalimentate sono circa 11.000. Purtroppo proviamo una fortissima sensazione di 'deja vù', una spiacevole reviviscenza di alcuni momenti vissuti nel marzo del 2015, allorquando nei tre giorni di piena emergenza meteo, furono 120mila le utenze Enel, dislocate in oltre 200 comuni abruzzesi, che subirono interruzioni dell'erogazione di energia elettrica anche per più di 24 ore (nel 30% dei casi l'interruzione del servizio perdurò per diversi giorni). In detta situazione, oltre al massimo disservizio riscontrato, Enel si trovò costretta ad indennizzare i 120mila clienti abruzzesi per un importo complessivo pari a 26 milioni di euro. Enel deve mantenere gli impegni allora assunti: mettere mano seriamente agli interventi di manutenzione straordinaria della rete infrastrutturale elettrica regionale, operazione ormai irrimandabile e che sta concausando l’ennesima emergenza gravante sulla comunità abruzzese. L’istituzione regionale, anche e soprattutto in questa occasione, non si tirerà indietro nel difendere in ogni sede i diritti degli abruzzesi."

 

La Giunta Regionale ha deciso d'intervenire finanziariamente a favore dei Comuni che abbiano attivato C.O.C. (Centri Operativi Comunali) e dato attuazione ai rispettivi piani neve, prendendo atto di come abbiano dovuto far fronte con propri mezzi e risorse al superamento delle situazioni emergenziali in corso

Il Consiglio dei ministri, nella seduta del 29 dicembre scorso, ha adottato le delibere con le quali è stato portato a compimento il percorso istruttorio per il riconoscimento e la concessione di contributi ai cittadini le cui abitazioni erano state danneggiate dagli eventi alluvionali verificatisi tra la primavera del 2013 e la fine del 2015.

La Regione Abruzzo, al fine di fornire un concreto aiuto ai Comuni coinvolti nell’emergenza maltempo ancora in atto, per tramite del proprio Dipartimento di protezione civile, ha acquistato e già stoccato nella giornata odierna ulteriori 300 tonnellate di salgemma per uso stradale, in aggiunta alle 160 tonnellate già distribuite il 9 gennaio scorso.

Dalle prime ore di domani, venerdi' 13 gennaio 2017, e per le successive 18-24 ore, si prevedono venti forti occidentali con raffiche di burrasca forte anche in Abruzzo, mareggiate sulle coste esposte.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…