Stampa questa pagina
Powercrop. A rischio patate e carote dop della Marsica

Coldiretti soddisfatta per parere negativo all'impianto a biomasse nella Marsica. Volpone: “con centrale, rischio per carote e patate dop”

Coldiretti esprime soddisfazione per il “no” della Conferenza dei Servizi della Regione Abruzzo alla realizzazione della centrale a biomasse ad Avezzano da parte della Powercrop. Il comitato non ha solo preso atto della delibera di giunta regionale (nella quale l’esecutivo con un proprio atto di indirizzo ha ritenuto opportuno recidere l’accordo stipulato nel 2007) ma ha confermato il parere negativo espresso anche da altri enti tra cui, in primis, il Comune di Avezzano. “Il no alla centrale è in piena sintonia con la nostra posizione già ribadita più volte con chiarezza e determinazione – dice Massimiliano Volpone, direttore Coldiretti L’Aquila – la realizzazione di una centrale a biomasse è impensabile, impattante, incompatibile con un territorio definito “orto d’Italia” che nei fatti è uno dei più bei territori agricoli della penisola. Coldiretti vuole perciò che vengano tutelate le produzioni, di cui ben due a Dop, il territorio e le imprese agricole che vogliono continuare a lavorare con una professionalità sempre più elevata. Per questo, il nostro no alla centrale è determinato con il chiaro obiettivo di tutelare le duemila aziende agricole che danno lavoro ad oltre diecimila lavoratori”.

 

Ultima modifica il Venerdì, 22 Aprile 2016 17:54
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…