Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Notizie Abruzzo

0
Il presidente onorario dell’Accademia della Crusca è stato relatore di un incontro di formazione rivolto ai docenti
0
Riserva dannunziana di Pescara: bici e carrozzine elettriche per i diversamente abili messe a disposizione
0
E' stata ferma per oltre un anno, inutilizzata e ancora con i sigilli di fabbrica, una della 4 ambulanze donate dai
0
Al via il calendario degli eventi natalizi. Si parte domenica 8 dicembre con Il Magico Mondo di Natale e le Christma
0
Lunedì 9 Dicembre alle ore 16.00 nella sala del consiglio comunale di Pescara, verrà consegnata alle 30 attività scelte
0
 Saperi architettura e guerra tra ‘400 e ’500 dalla ‘città ideale’ alle invenzioni del genio - dal 7 dicembre 2019 al 6
Sisma/Abruzzo: 14 Comuni, D'Alfonso: saranno tutti risarciti.

D’Alfonso illustra il decreto sul terremoto del 30/10: “tutti i danni derivanti dal sisma saranno risarciti. La nozione di cratere e’ ormai desueta”

 

 

“Il Decreto Legge sul terremoto del 30 ottobre scorso prevede risorse per 6 miliardi, ma Renzi mi e ci ha assicurato che la cifra può aumentare”. Lo ha dichiarato il Governatore d’Abruzzo Luciano D’Alfonso che stamattina ha tenuto una conferenza stampa sull’argomento con i consiglieri regionali teramani Sandro Mariani e Giorgio D’Ignazio e con il presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino.

“Con questo provvedimento - ha spiegato D’Alfonso - sono 14 i Comuni abruzzesi citati nei decreti per i terremoti del 2016, di cui 6 per quello più recente: Campli, Castelli, Civitella del Tronto, Torricella Sicura, Tossicia, Teramo. I Comuni di Isola del Gran Sasso, Fano Adriano e Pietracamela saranno oggetto di misure regionali, così come il patrimonio religioso di Atri”.

Il Governatore ha sottolineato “la straordinarietà del provvedimento: qualsiasi danno in qualunque Comune verrà risarcito, a patto che sia dimostrato il nesso causa-effetto tra sisma e danno; in questo senso la nozione di cratere è ormai desueta. Per quanto riguarda le scuole, saremo una delle prime Regioni a formulare elaborati per partecipare al piano Casa Italia, e su questo stimolerò subito i Comuni a fornirmi i curriculum vitae di ciascun edificio”.

Il decreto prevede che “350 figure professionali aiuteranno i Comuni per le esigenze amministrative legate alle verifiche; vi saranno misure in deroga per le assunzioni; tutte le opere viarie saranno di competenza dell’Anas su indicazione dell’autorità commissariale; per la ricognizione del danno, le schede Aedes saranno affiancate dalle schede Fast, più semplici e veloci. Infine - ha detto D’Alfonso - ringrazio il vicepresidente Giovanni Lolli per il prezioso supporto fornito”

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…