Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Perugia Pescara 3-1, biancazzurri sterili e puniti dagli episodi

Il Pescara esce battuto dal Curi di Perugia al termine di una partita in gran parte decisa dagli episodi, con le ragioni della sconfitta da ricercarsi in antecedenti remoti come mercato o superficialità di pianificazione. Come prima riflessione, infatti, la discreta mole di gioco creata dai biancazzurri è spesso vanificata dalla sterilità di un attacco che si regge su un centravanti di 19 anni, al quale di certo non va imputata la colpa dell’inesperienza; in secondo luogo, Kastrati continua a non eccellere in affidabilità, alternando prestazioni sufficienti ad errori inaccettabili, come quello di questa sera nel regalare il rigore del 3 a 1 che ha chiuso la partita. Da qui i dubbi che sorgono sulla gestione dell’infortunio di Fiorillo, che come spesso accade ha visto i tempi dilatarsi sempre più, con le ultime che lo vorrebbero in campo non prima di altri 20 giorni. Il timore è di dover commentare analogamente anche la vicenda Palmiero, giocatore che sembra insostituibile.

 

 

La partita inizia con un Pescara sorpreso dal buon ritmo del Perugia, tuttavia la prima vera occasione è biancazzurra: Memushaj dal fondo serve rasoterra Galano, il quale calcia alto da pochi metri. Il Pescara continua a fare la partita senza trovare reali sbocchi, mentre il Perugia sembra capace di sfruttare le ripartenze. Al 20’, il Grifone passa in vantaggio con Iemmello che batte Kastrati sfruttando un confuso pallone in area che trova un’opposizione troppo leggera della difesa. Passano 13 minuti e il Perugia raddoppia con l’ex Capone, bravo nel tirare a rete con un piatto destro di prima intenzione. Risultato pesante e bugiardo che spinge il Pescara in avanti. Allo scadere di frazione, Nzita stende Memushaj in area e l’arbitro concede il calcio di rigore. In verità si osserva come la caduta del calciatore albanese sia senza dubbio plateale, tuttavia il contatto c’è stato e tanto è sufficiente a non condannare la decisione. Sul dischetto va Machin che segna calciando con forza ma centralmente.

 

La ripresa prosegue secondo il copione del primo tempo, con le squadre però in maggior difficoltà nel creare occasioni. Al minuto 9’, Zauri sostituisce Borrelli (forse la sua peggior prova) con Maniero. La squadra sembra risentirne con effetto immediato: il nuovo centravanti fatica a trovare posizione e palloni, consentendo alla linea difensiva avversaria una maggiore aggressività idonea a togliere spazio a Machin e Galano. Pessima la partita di Maniero, apparso in grave ritardo di condizione. Al 24’, Nicolussi è in area biancazzurra dopo essersi allungato il pallone, Kastrati esce a valanga senza alcuna ragione, travolgendo l’avversario che sarebbe finito sul fondo con il pallone. Errore decisivo quello del portiere pescarese, che consente e Iemmello di andare sul dischetto e segnare il 3 a 1 che di fatto chiude la partita. Entrano Brunori e Crecco ma la situazione è ormai compromessa. L’ultimo sussulto biancazzurro è di Memushaj, che sfiora il palo con un sinistro da ottima posizione.

 

La sconfitta non compromette una classifica in buona sostanza attesa se non auspicata. Peccato, naturalmente, per aver sprecato la ghiotta occasione di agganciare il secondo posto. L’impressione è che questa squadra, senza innesti né cessioni, sia destinata ad un campionato tranquillo con vista playoff, raggiungibili o meno in conseguenza delle future contingenze. È altrettanto vero, però, che pochi acquisti mirati (centravanti, terzino, secondo portiere) e una dose di coraggio in più potrebbero facilmente modificare le ambizioni.

 

Tabellino:

 

 

Perugia (4-3-2-1): Vicario, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Nzita, Dragomir (72’ Konate), Carraro, Nicolussi (69’ Falzerano), Capone (63’ Mazzocchi), Bonaiuto, Iemmello. All. Oddo

Pescara (4-3-2-1): Kastrati, Ciofani, Bettella, Scognamiglio, Masciangelo (71’ Crecco), Busellato (79’ Brunori), Kastanos, Memushaj, Galano, Machin, Borrelli (52’ Maniero). All. Zauri

 

Marcatori: 20’+68’ c.d.r. Iemmello (Per); 34’ Capone (Per); 45+1’ Machin c.d.r. (Pes)

 

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

 

Ammoniti: 19’ Busellato (Pes); 31’ Iemmello (Per); 39’ Bettella (Pes);

 

Ultima modifica il Lunedì, 02 Dicembre 2019 02:09
Etichettato sotto
Altro in questa categoria: « Perugia Pescara, tanti incroci
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…