Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara Bari, biancazzurri in campo per confermare i progressi.

Domani, con inizio ore 15:00, il Pescara ospiterà all’Adriatico il Bari di Fabio Grosso. La squadra del nuovo tecnico Pillon è chiamata a confermare gli incredibili progressi mostrati nella gara di Palermo, con l’obiettivo di raggiungere al più presto i 50 punti della quota salvezza.

 

 

È presto per lanciarsi in giudizi, tuttavia l’arrivo di Pillon sembra aver dato alla squadra qualcosa in più rispetto alla classica scossa da cambio allenatore. Ad un prevedibile maggiore agonismo, si sono aggiunte semplici idee di manovra, efficaci perché alla portata. Questo Pescara – o almeno quello visto la scorsa settimana – gioca un calcio di linee strette, fatto di pressing sulla trequarti e veloci azioni di contropiede. È la tradizione quale stella polare, concetti che appartengono al patrimonio genetico di ogni calciatore professionista: “Ho poco tempo, devo proporre cose che entrino immediatamente nella testa dei giocatori”, spiega il mister. Siamo curiosi di vedere se si continuerà a percorre questa strada.

 

Tra i titolari ci si aspetta qualche graduale innesto di chi ha giocato poco, come confermato dal mister in conferenza: “Alcuni ragazzi si stanno allenando bene e mi stanno mettendo in difficoltà nella scelta della formazione di domani. Ho ancora dei dubbi a riguardo”. In particolare, il riferimento è a Cocco, mai nei pensieri di Zeman e trascurato da Epifani. Un giocatore di quella stazza recupera la condizione solo giocando qualche partita vera, gli allenamenti non sono sufficienti. Il suo minutaggio aumenterà gradualmente, tuttavia potrebbe persino partire da titolare contro il Bari. Così, sul punto, mister Pillon: “Cocco l’ho visto migliorato in maniera incredibile in queste due settimane, rivedo il giocatore che conosco. È uno che ha sempre fatto bene in serie B, è tra i miei dubbi”. A precisa domanda su Falco, poi, il mister risponde: “Anche lui ha fatto bene in settimana, vediamo”. Il recupero di un giocatore come Filippo Falco darebbe uno spessore diverso alla squadra, potrebbe rappresentare la mossa vincente di fine stagione. Brugman dovrebbe essere della partita nonostante qualche fastidio fisico: “Devo parlare con lui ma non voglio rinunciarci, è un giocatore importante per la categoria”.

 

Sul fronte tattico, Pillon torna sul pressing provato dal suo Pescara: “Voglio accanimento sulla palla, perché se non pressi e non corri non ottieni nulla. È quello che ti permette di essere offensivo. Bisogna stare attaccati all’avversario, così non prende fiducia e prima o poi sbaglia”. Per fare ciò, è evidentemente necessaria una buona condizione atletica: “La squadra sta bene, con il preparatore abbiamo solo pensato di mettere un po’ più di esplosività”. La scorsa settimana, poi, avevamo notato come Pillon intendesse affrontare le partite anche guardando all’avversario, così anche oggi rivela: “Abbiamo studiato il Bari e ha dei punti deboli che pensiamo di sfruttare”. Nel finale, qualche parola sul suo futuro: “I complimenti fanno piacere ma sono un uomo che conosce le regole di questo gioco. Non mi importa il futuro, mi importa pensare a domani, poi alla prossima, poi alla prossima ancora fino alla salvezza del Pescara, altro non mi interessa.”

 

Il Bari gioca un 4-3-3 dinamico, con gli esterni che puntano spesso la porta. In attacco ci sarà Nenè, le ali saranno Galano e Improta. Gli ultimi risultati delle zone alte hanno riaperto la lotta per la promozione diretta, il Bari dista soli 4 punti e certamente verrà a Pescara per vincere la sua partita.

 

È l’ultima partita con una vera grande del campionato, ancora una volta un punto sarebbe da accogliere positivamente. Sarà poi necessario mantenere una salda e fredda concentrazione per la lunga lista di scontri diretti.

 

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Fiamozzi, Fornasier, Coda, Crescenzi; Valzania, Brugman, Coulibaly; Capone. Pettinari, Mancuso. Allenatore: Pillon

Bari (4-3-3): Micai; Anderson, Marrone, Gyomber, Balkovec; Iocolano, Basha, Henderson; Improta, Nenè, Galano. Allenatore: Grosso

 

Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2018 15:08
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…