Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara Cittadella, prima da titolare per Ganz.

di Massimo Sanvitale

Domani, con inizio ore 12:30, il Pescara ospiterà i veneti del Cittadella, per una partita in grado di svelare le ambizioni dei biancazzurri.

 

 

Gli obiettivi da scoprire, ad oggi, non sono solo di classifica, ma anche di idee. Ci si chiede, in altre parole, se il Pescara voglia realmente diventare una squadra di Zeman o intenda acconsentire a qualche geometria offensiva senza tuttavia correre troppi rischi. Le prime partite, sebbene confuse, facevano propendere per la prima ipotesi, all’apparenza progressivamente abbandonata. La vittoria contro il Carpi è giunta a seguito di una partita soporifera, immagine lontanissima da ciò che propone il boemo.  Bovo e Blazano, inoltre, hanno apertamente dichiarato di aver pensato a fare punti – cioè a non prendere gol – più che ad applicarsi nella manovra. Improvvisamente arriva la notizia del recupero lampo di Perrotta, il quale non giocherà domani, tuttavia avrà un posto assicurato in squadra fin quando la difesa deciderà di arretrare ad ogni attacco avversario.

 

Mancherà Capone convocato in Nazionale under 19, giocatore in crescita – non pochi tre gol per un giovane del ’99 – anche se ancora troppo leggero. Ancora indisponibili Mancuso, Campagnaro, Palazzi e Proietti. Giocherà Benali, ancora una volta da ala sinistra, a nostro avviso non il suo ruolo. Il mister sul punto: “Ho visto Benali molto motivato, spero possa dimostrare il suo valore”. Vedremo se seguirà il dogma zemaniano o fornirà una sua libera interpretazione. Domani, poi, sarà il momento di Ganz dal primo minuto. Da diverse settimane avvertiamo il considerevole calo di rendimento di Pettinari, tornato a giocare partite in ombra e ad innervosirsi per ogni giocata non riuscita. Giusto, dunque, che sia data una concreta possibilità al numero nove biancazzurro, sul quale il Pescara ha investito tanto. Zeman si lascia strappare solo poche parole su di lui: “Il ragazzo ha fatto bene nelle ultime due partite perché ha giocato con la squadra e si è proposto”. Questo attacco, composto da tante scommesse, ha bisogno dei suoi gol.  Il mister, poi, torna sul tema del gioco: “Nelle prime partite ci siamo proposti di più anche se abbiamo subito di più, speriamo di tornare a costruire trovando il giusto equilibrio tra fase difensiva e fase offensiva”. Il nodo della questione, naturalmente, risiede nell’interpretazione della nozione di equilibrio: quello di Zeman prevede la difesa a centrocampo e un pressing sfrenato sui portatori avversari.

 

Il Cittadella ha 10 punti come il Pescara e viene da una sconfitta casalinga contro la Virtus Entella. Mister Venturato non è esattamente uno alla Zeman, la squadra aspetterà i biancazzurri per poi provare veloci ripartenze. Il modulo sarà 4-3-1-2, con l’ex Chiaretti – all’epoca fortemente voluto da Zeman – che partirà dalla panchina.

 

L’andamento della partita sarà più importante del risultato, si inizierà a percepire cosa questa squadra potrà diventare.

 

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-3): Pigliacelli; Balzano, Coda, Bovo, Mazzotta; Coulibaly, Kanoutè, Brugman; Ganz, Benali, Del Sole. Allenatore: Zeman

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Pelagatti, Pezzi; Pasa, Iori, Settembrini; Schenetti; Kouame, Litteri. Allenatore: Venturato

Ultima modifica il Sabato, 07 Ottobre 2017 15:32
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…