Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Serie B, Del Sole fa brillare il Pescara

Una doppietta nel finale della giovane punta decide il match contro il Lecce (4-2).

Sofferta vittoria dei biancazzurri di mister Pillon, che solo negli ultimi minuti superano i salentini rimasti in nove e riconquistano così la testa della classifica, con un punto di vantaggio sul Palermo. Parte forte il Delfino, che impone subito ritmo e gioco, grazie ad una splendida intesa sulla fascia destra tra Balzano, Marras e Memushaj. Da una pregevole combinazione degli ultimi due nasce il cross che, dopo soli 3', Mancuso tramuta in gol grazie ad una potente incornata sotto la traversa; settima rete per il bomber pescarese, nuovo capocannoniere del torneo assieme a Donnarumma del Brescia. Al 22' è ancora Memushaj a servire da calcio d’angolo l’assist vincente per Gravillon; le squadre pugliesi sembrano portare davvero bene al giovane centrale originario della Guadalupa, già a segno contro il Foggia. Sulle ali dell’entusiasmo il Pescara ci prova ancora con Mancuso (servito questa volta da Antonucci), ma il tiro è alto di poco; probabilmente i migliori 30' stagionali per i padroni di casa, che incantano per la qualità del gioco espresso, prima di rallentare negli ultimi minuti del primo tempo. Per questo motivo appare una mezza beffa il gol che il Lecce trova in pieno recupero con Palombi, dopo una respinta di Fiorillo: il 2-1 all’intervallo è un risultato che non rende giustizia al Delfino.

La ripresa si apre con l’espulsione per doppia ammonizione del difensore ospite Calderoni (53'); il pubblico dell’Adriatico attende il colpo di grazia da parte dei padroni di casa che invece, a sorpresa, subiscono il gol del pareggio con un perfetto colpo di testa di Tabanelli, su assist dell’ex Fiamozzi. La squadra pugliese rimane addirittura in nove al 77’ quando anche Meccariello incorre ingenuamente nella doppia ammonizione. Nonostante la doppia superiorità numerica il Pescara non trova più la via della porta avversaria, finché mister Pillon non pesca l’asso nella manica, inserendo Del Sole al posto di Marras (84'): sono sufficienti pochi minuti al giovane talento biancazzurro per realizzare la sua doppietta d’autore, prima con un gran sinistro a giro all’incrocio (89') e poi con un contropiede letale (96').

Il Pescara torna così al primo posto, in attesa proprio dello scontro al vertice contro il Palermo, in programma domenica prossima nel capoluogo siciliano.

Raggiante Bepi Pillon a fine gara: "Il nostro primo tempo è stato ottimo, peccato per quel gol subito prima dell'intervallo che ci ha innervosito più del dovuto. Nella ripresa potevamo fare di più, ma evidentemente non siamo bravi a gestire il vantaggio ed è per questo che dobbiamo sempre pensare a giocare e non ad amministrare. L'importante comunque è averla risolta nel finale".

 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso; Memushaj, Brugman, Machin (78' Monachello); Marras (84' Del Sole), Mancuso, Antonucci (73' Crecco). All.: Pillon.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Fiamozzi, Meccariello, Calderoni; Tabanelli, Petriccione, Scavone (58' Marino); Mancosu; La Mantia (73' Falco), Palombi (78' Cosenza). All.: Liverani.

Arbitro: sig. Di Paolo di Avezzano.

Marcatori: 3' Mancuso, 22' Gravillon, 47' p.t. Palombi, 67' Tabanelli, 89' Del Sole, 96' Del Sole.

Note: espulsi Calderoni al 53' e Meccariello al 77'; ammoniti Campagnaro, Machin, Balzano, Del Sole; spettatori 8.782 per un incasso di 68.373 €.

Etichettato sotto
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…