Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Serie B. Frosinone - Pescara, biancazzurri a casa della capolista.

Domani, con inizio ore 15:00, il Pescara sarà ospite del Frosinone al nuovo stadio Benito Stirpe. La formazione ciociara, prima in classifica, è senza dubbio tra le favorite della corsa alla promozione. La partita giunge dopo la chiusura del mercato e fornirà indicazioni sul rinnovamento dei biancazzurri.

 

Il Pescara, in termini di valori assoluti dei calciatori, non esce rafforzato dal mese di gennaio. In ossequio ad un presunto progetto Zeman, sono stati ceduti Benali, Zampano e Ganz, pezzi pregiati della rosa. Hanno salutato l’Abruzzo anche Selasi, Del Sole, Kanoute, Forte, Milicevic, Pigliacelli, Latte Lath e Rossi. A fronte delle cessioni sono arrivati Fiamozzi, Machin, Falco (infortunato), Bunino, Yamga, Gravillon e Cernaz. Evidente l’intento di ridurre il numero dei tesserati, come richiesto dal mister, tuttavia Zeman non sembra ancora completamente soddisfatto: ”La società ha cercato di fare quello che si poteva, noi come numero siamo sempre qualcuno in più e mi dispiace che qualche giocatore troverà poco spazio, comunque dipende da loro perché non chiudo le porte a nessuno. Quattro centravanti sono difficili da gestire, ma penso che gli acquisti fatti possano aiutarci”.

In conferenza, invece, non si è affrontato il tema dell’operazione Mancuso, ceduto alla Juventus e lasciato in prestito a Pescara. Un simile schema contrattuale era stato già utilizzato per le cessioni di Torreira e Del Sole, i quali hanno fisiologicamente fatto registrare un calo di rendimento nelle relative stagioni.

Ci auguriamo che questo non accada per Mancuso, la squadra ha bisogno del suo apporto. La necessaria cessione di Pigliacelli avrebbe imposto l’acquisto di un secondo portiere di esperienza, tuttavia la società – salvo l’ingaggio di uno svincolato – ha deciso di puntare sul classe ‘95 Savelloni come secondo.

Sul punto Zeman: “Mi fido di Savelloni, ma in un campionato così serve esperienza”. Il mister, poi, prosegue nella sua conferenza: “Bunino non lo conoscevo, assomiglia a Immobile, spero ci aiuti”. Come l’attuale centravanti della Lazio, Bunino ha una buona prestanza fisica e propensione alla profondità. Come Immobile, poi, ha segnato pochissimo prima di vestire biancazzurro: 8 gol in 26 presenze al Siena in serie C e 1 gol in 14 presenze al Livorno in B. Ancora il mister: “Machin è una mezzala offensiva, mi piace”. Machin, ci permettiamo di correggere il maestro, è un centromediano metodista, un regista, all’occorrenza può giocare sulla trequarti. Se, però, Zeman ha visto in lui una veloce e potente mezzala di inserimento, non possiamo che fidarci.

Domani non ci saranno Fornasier, Proietti, Falco, Bovo e Mancuso, assente a causa della frattura del naso. Al suo posto si è ipotizzato l’esordio di Yamnga, tuttavia così si esprime Zeman: “Lo conosco da tre giorni, in primavera faceva la differenza ma in serie B è diverso”. Ad ogni modo, Yamga non viene dalle giovanili, ma da due anni di serie C, una palestra straordinaria per i giovani calciatori. Sul Frosinone il mister avverte: “È la squadra migliore del campionato.

Sono collaudati, giocano insieme da tre anni. Dobbiamo cercare di fare il nostro e metterli in difficoltà. Dobbiamo creare spazi, è importante non lasciarli costruire nel mezzo palle facili per gli attaccanti”. L’allenatore ciociaro Moreno Longo deve gestire le assenze di Crivello, Matarese, Kone, Gori e Sammarco. Sceglierà una difesa a tre, con quattro centrocampisti più un trequartista a supporto di due punte.

È una squadra di qualità che ha trovato nel modulo più soluzioni, potendo indifferentemente cercare veloci fraseggi centrali o il gioco sugli esterni per i centimetri dell’ex Ciofani.

Probabili formazioni:

Frosinone (3-4-1-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Terranova; M. Ciofani, Chibsah, Maiello, Beghetto; Ciano; D. Ciofani, Dionisi. All. Moreno Longo

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Brugman, Carraro, Valzania; Capone, Pettinari, Baez. All. Zdenek Zeman

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…