Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Serie B, Pescara-Foggia 1-0

Tre punti d'oro per i biancazzurri di mister Pillon che volano al terzo posto in classifica.

 

Massimo risultato con il minimo sforzo per il Delfino, che capitalizza l'unica conclusione nella porta avversaria, punendo oltre misura un Foggia di certo più propositivo. Match alla camomilla nella prima frazione di gioco, con le due squadre attente più a non prenderle che a colpire; di certo più interessante la ripresa, grazie soprattutto ai cambi indovinati da parte dei due tecnici. Al 51' Kanoutè, inizialmente schierato dietro le due mezzali, ma non convincente in fase di impostazione, viene rilevato da Machin che va ad affiancare Memushaj, con conseguente arretramento di Brugman; il capitano riprende il suo solito ruolo in regìa e finalmente il motore biancazzurro inizia a girare. Al 56' Pillon richiama lo spento Capone, incapace di saltare l'uomo sulla fascia, ed inserisce il giovane Antonucci, di certo più adatto a puntare il terzino avversario per creare superiorità numerica in attacco. Anche i cambi in casa rossonera danno buoni risultati: il neoentrato Galano impiega solo tre minuti per procurarsi un penalty, che poi il centravanti Mazzeo fallisce calciando la palla sulla traversa. Scampato il pericolo i padroni di casa reagiscono trovando il guizzo vincente con un colpo di testa di Gravillon, che al 73' buca la difesa foggiana. Mazzeo ci prova ancora, ma Fiorillo si oppone egregiamente e così, al triplice fischio finale, è il Pescara a festeggiare un successo che lo proietta a ridosso delle prime.

Visibilmente soddisfatto il tecnico biancazzurro Pillon a fine gara: "Era una partita difficile e lo sapevamo; devo complimentarmi con il Foggia che ci ha creato più di una difficoltà. Riportare nella ripresa Brugman in fase di impostazione è stata una scelta dovuta per velocizzare i tempi di gioco: la manovra è diventata più fluida e con il baricentro più alto la squadra si è espressa meglio. Devo comunque dire che anche i miei ragazzi sono stati bravi, perché hanno saputo soffrire fino alla fine portando a casa i tre punti".

 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Ciofani (86' Campagnaro), Gravillon, Perrotta, Del Grosso; Memushaj, Kanoutè (51' Machin), Brugman; Mancuso, Monachello, Capone (56' Antonucci). All.: Pillon.

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri; Loiacono (74' Cicerelli), Camporese, Martinelli; Zambelli, Agnelli, Carraro (86' Gori), Deli, Kragl; Chiaretti (65' Galano), Mazzeo. All.: Grassadonia.

Arbitro: sig. Pillitteri di Palermo.

Marcatore: 73' Gravillon.

Note: ammoniti Ciofani, Perrotta, Deli, Machin, Loiacono, Memushaj.

 

Ultima modifica il Sabato, 22 Settembre 2018 18:57
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…