Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Lanciano/Carceri. Carenza personale, "solidarietà alla Polizia penitenziale".

50 detenuti in più. Inaugurazione della Casa circondariale di Lanciano, domani, ma il sindaco Di Giuseppantonio non andrà per solidarietà. Solidarietà anche dalla Lega.

 

 Il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio ed il Vice Sindaco, Paolo Sisti, hanno espresso solidarietà ai sindacati della Polizia Penitenziaria, che domani, non prenderanno parte alla cerimonia d'inaugurazione, presso la Casa Circondariale di Lanciano, della nuova sezione per detenuti a custodia attenuata, che ospiterà circa una cinquantina di reclusi. In una lettera indirizzata al Ministero della Giustizia, al Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria gli Amministratori Comunali di Fossacesia ed esponenti regionali e provinciali di partiti politici sottolineano come "tale apertura, a quanto è dato sapere, non corrisponderà un aumento degli agenti di polizia penitenziaria, provocando inevitabilmente situazioni di criticità. Infatti da molti anni, nella casa circondariale di Lanciano, all'aumento della popolazione carceraria (detenuti in AS e detenuti comuni) non si è fatto fronte con l'assegnazione di nuovo personale; di talchè il personale in servizio opera in situazioni di difficoltà, con grande sacrificio e con compromissione dei propri diritti. L'apertura della sezione per detenuti a custodia attenuata - sottolineano Di Giuseppantonio e Sisti - costringerà gli agenti a turni di lavoro incessanti e, allo stato, potrebbe anche incidere sui livelli di ordine e sicurezza che devono essere mantenuti nell'Istituto. Nel condividere pertanto i motivi di protesta delle Organizzazioni Sindacali e nell'esprimere solidarietà a tutto il personale di polizia penitenziaria in servizio presso la casa circondariale di Lanciano, si chiede agli Enti in intestazione di assumere provvedimenti che possano contemperare le esigenze di sicurezza all'interno dell'Istituto e i diritti del personale in servizio".

Solidarietà anche dal movimento Lega Salvini Premier.

"Siamo vicini - afferma il coordinatore regionale, onorevole Giuseppe Bellachioma - alle rivendicazioni degli agenti, che da tempo manifestano il loro disagio per la carenza di organico all'interno della struttura detentiva frentana. Carenza che rende difficile mantenere i necessari equilibri all'interno del carcere, nonostante l'impegno e l'abnegazione quotidiana di chi lì dentro lavora".

Da domani nella Casa circondariale di Lanciano sarà attivo un nuovo reparto con capienza di cinquanta posti e, per questo, tutte le sigle sindacali, in rappresentanza dei lavoratori, avevano chiesto un importante adeguamento dell'organico, che non è stato concesso.

Per domani mattina, davanti al carcere, era stato organizzato un sit in di protesta di due ore, dalle 10,30 alle 12,30, in concomitanza con l'inaugurazione della sezione ma, oggi, l'amministrazione penitenziaria non ha autorizzato la manifestazione. Stessa decisione da parte della Prefettura, alla richiesta di effettuare il sit in poco più in là, sulla strada provinciale. "Un atteggiamento sinceramente inspiegabile nei confronti di chi, ogni giorno, lavora rischiando in prima persona per lo Stato e per contribuire a garantire la sicurezza dei cittadini."

Ultima modifica il Martedì, 13 Marzo 2018 16:48
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…