Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Banner orsini
banner di stefano
de martinis
fidanza
forconi
Terremoti d'Italia. Appennino, il film di Emiliano Dante

 I terremoti dell'Italia centrale come le fatiche di Sisifo che continuano a imporre una inesausta rimessa in forma di architetture, esistenze e immagini.

"Appennino" è un diario cinematografico che inizia dalla lenta ricostruzione de L'Aquila, la città del regista, e prosegue con il terremoto di Amatrice e Arquata del Tronto e la vita in albergo dopo i terremoti di Norcia e di Montereale-Campotosto. Un racconto intimo e ironico, lirico e geometrico, dove la questione di vivere in un'area sismica diviene lo strumento per riflettere sul senso stesso del fare cinema.

"Appennino" di Emiliano Dante, che verrà proiettato a Pescara giovedì 22 marzo 2018 alle ore 17.30 presso il Museo d'arte moderna Vittoria Colonna in via Gramsci, affronta questo tema. Il regista, che sarà presente alla proiezione e parteciperà al dibattito finale, con "Appennino" chiude una trilogia che si è sviluppata nei lavori precedenti "Into the Blue", 2009 e "Habitat - Note personali" realizzato nel 2014.

In programmazione per il settimo appuntamento della rassegna "il giovedì... DOCUDì. Al termine, incontro con il regista 

Emiliano Dante (L'Aquila, 1974) ha esordito come regista nel 2003, con la serie di cortometraggi sull'abitare The Home Sequence Series. Dopo altri corti, ha realizzato i documentari sulla vita postsismica Into the Blue (2009) e Habitat - Note personali (2014), entrambi presentati al Torino Film Festival, avviando una trilogia che si chiude proprio con Appennino. Oltre ai documentari, ha anche diretto il lungometraggio di finzione Limen (2013). Nei suoi lavori porta avanti un'idea di autorialità radicale, realizzando personalmente tutte le componenti artistiche (sceneggiatura, montaggio, musica, fotografia e, quando presenti, animazioni). È anche fotografo, saggista e narratore. Rassegna "il giovedì... DOCUDì cinema documentario al museo Colonna" è in corso sino al 10 maggio 2018 e offre la possibilità di avere presenti in sala registi e autori delle opere. Le proiezioni sono gratuite e aperte al pubblico.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…