Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Studenti abruzzesi a lavoro a Dublino

Ancora pochi giorni e si concluderà l’esperienza dei 14 studenti abruzzesi presenti in Irlanda, provenienti dagli Istituti scolastici “Di Poppa-Rozzi” di Teramo, “Aterno-Manthonè”, “Acerbo”, “De Cecco” di Pescara, “Cerulli” di Giulianova e “Moretti” di Roseto degli Abruzzi, che per cinque settimane si sono trasferiti a Dublino.

Gli studenti abruzzesi hanno svolto un’esperienza di mobilità nell’ambito del Progetto europeo “Tour@Work: Tourism skills for a VET mobility experience”, finanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma ERASMUS+, il programma dell’UE per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa.

Il partenariato scolastico si è servito del supporto organizzativo della Coop. Soc. “Lo spazio delle idee”. Il progetto ha offerto a 155 studenti abruzzesi, dislocati in Francia, Inghilterra, Irlanda, Spagna, Germania e Malta, l’opportunità di svolgere un’esperienza di formazione professionale in una dimensione europea. Il progetto rappresenta il risultato della collaborazione, ormai decennale, tra gli Istituti Scolastici. Gli studenti del “Di Poppa-Rozzi” a Dublino, come quelli delle altre scuole, si sono distinti ancora una volta per la grande professionalità e l’impegno speso alla ricerca del miglioramento delle competenze nel settore del turismo e ospitalità. I manager di tutte le strutture ospitanti hanno largamente apprezzato le capacità degli studenti. Quelli del “Di Poppa-Rozzi” hanno prestato la loro collaborazione presso gli Hotel Maldron. Durante la prima settimana i ragazzi hanno perfezionato la lingua inglese presso lo Swan Training Institute di Dublino per entrare appieno nella vita lavorativa di alcune delle migliori strutture della città. L’esperienza ha confermato la qualità dell’azione educatrice delle Scuole Professionali abruzzesi nel guidare lo sviluppo dinamico degli studenti e coltivare l’obiettivo di formare comunità in cui l’apprendimento è frutto di uno scambio reciproco delle culture umane.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…