Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Sicilia. Il viaggio d'amore del tonno, storie, ricette e altre romanticherie

di Angela Curatolo

Un nuovo modo di scrivere un libro che associa racconti e cucina marinara in un unico volume, il risultato è sinestetico.

 Ricette e racconti cosa hanno in comune? La terra più passionale d'Italia: la Sicilia.

 "Il viaggio d'amore del tonno, un viaggio d'amore enogastronomico in Sicilia" il titolo del libro, di Lupieditore.

L'idea è della scrittrice pescarese Ilaria Grasso, autrice di numerosi libri, insieme allo chef siracusano, Sebastiano Conigliaro. Il libro si apre con una breve storia della mattanza del tonno, l'accerchiamento con le reti, le tonnare, le origini.

 

Favignana, Lampedusa, Pantelleria, Alcamo, Palermo, Modica e tante ancora fanno da scenario alle brevi ma intense storie di amore, non solo tra coppie, con il mondo, con gli altri, persino con se stessi. Più di una volta ricorre Roma, legata da un filo sottile, con un suo perché, apparentemente in contrapposizione alla vita marina.

 

Alla fine di ogni racconto la ricetta di manicaretti a base di pesce che titillano il gusto e solleticano la fantasia.

 

Passione e cibo, fame e desiderio, mare e siccità sono i cardini attorno cui ruota quello che appare, sulle prime, un esperimento letterario e si rivela una piacevole scoperta della natura dell'essere umano e del mare che nero che porta dentro sè.

 

Durante l'immersione nel mondo di Grassi e Conigliaro, oltre ai profumi e i suoni della Trinacria se ne possono vedere i colori vivi: il blu, l'azzurro, l'arancio, il giallo, il rosso...

 

Non manca il colore nero, come l'inchiostro della seppia in ogni racconto. La storia d'amore di Agata e Michele, da adolescenti insieme, che lasciano l'insegnamento di guardare oltre. La piccola Lucilla che scopre le sfaccettature della morte sulla riva di Trapani.

 

Il verde della speranza e della libertà. Sonia e Umberto accolgono Aarif in casa e scoprono la grandezza del mutuo soccorso. La confessione di Andrea a se stesso, dopo avere posseduto tante donne, di “essere felicemente gay” e di credere “non in Dio ma nell'interscambio tra anime e corpi”.

 

Alcuni aneddoti si rivelano audaci e sincroni con il mondo delle ombre quando emerge, in frammenti di secondo, alla luce. Come la storia di Francesco che disattende i sogni di Claudia cambiando sesso.

 

E le ricette rappresentano quasi la fine della strada che porta alla delizia da gustare. Tra l'agro, l'amaro e il dolce, si riflettono le sensazioni della vita e le esperienze, belle o brutte, lasciano alla fine di tutto sempre lo stomaco vuoto e bisogna mangiare qualcosa, siamo vivi, meglio se è buona e consigliata dallo chef.

Un solo appunto: la copertina non rende giustizia al testo.

Ultima modifica il Sabato, 13 Maggio 2017 17:25
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…