Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

Carie infantili: l'importanza della prevenzione e dell'igiene orale nelle madri

L’igiene orale non ha età, dato che non è mai troppo presto per iniziare a prendersi cura dei propri denti.

Tuttavia in alcune fasi della vita i controlli vanno intensificati, come in gravidanza quando la salute della madre è fondamentale anche per quella del neonato. Lo dimostrano gli studi clinici, evidenziando che la cattiva igiene orale delle madri favorisce l’insorgere di carie durante la prima infanzia.

Come la salute dentale in gravidanza incide su quella del bambino

Lo stretto legame tra le condizioni di salute delle madri durante la gravidanza e quelle dei bambini riguarda anche aspetti talvolta sottovalutati o non considerati, perché meno evidenti, come la salute dei denti. Lo studio condotto dall’Università della California sottolinea come la corretta igiene orale delle madri si traduca in un futuro vantaggio per i bambini, meno soggetti a carie durante l’infanzia. In caso contrario è stato dimostrato come durante i primi anni di vita si assista con un'incidenza molto superiore (fino a due volte) alla comparsa di carie in quei bambini con madri affette da problemi dentali e scarsa igiene orale. I responsabili sono i livelli di streptococchi mutans e lactobacilli, più alti nella saliva delle madri con problemi ai denti. Lo studio evidenzia come tali batteri patogeni verrebbero trasmessi al feto, intaccando la salute dei primi denti del bambino.

L’importanza dell’igiene orale in gravidanza

Sottoporsi ai controlli necessari per mantenersi in salute in gravidanza è ancora più importante del consueto, le condizioni di benessere generale della madre favoriscono infatti anche quelle del piccolo, dunque rispettare ogni appuntamento con gli specialisti e condurre una vita sana è fondamentale. Se è diffusa l’informazione sulle principali tappe che aspettano la madre negli incontri con il ginecologo, non è altrettanto radicata una cultura del benessere della bocca durante i nove mesi di gestazione. Durante questo periodo l’insorgere di problemi gengivali e, più in generale paradontali, è più frequente a causa della proliferazione di batteri patogeni, causata a sua volta dal fisiologico incremento dei livelli di estradiolo e progesterone. Andare dal dentista diventa quindi necessario e non deve spaventare, ogni specialista sa quali cautele adottare di fronte ad una donna in dolce attesa. E’ consigliabile fare un controllo ai denti a inizio gravidanza, all’inizio del 2° e del 3°trimestre e 2-3 mesi dopo il parto.

Inoltre va ricordato che la salute dei denti passa anche per una corretta cura quotidiana che preveda anche l'utilizzo di prodotti specifici e sicuri, ad esempio sarebbe meglio acquistare un dentifricio in farmacia, come quelli di Biosmalto , assicurandosi così di avere un prodotto efficace e di qualità.

Lavarsi i denti dopo ogni pasto, utilizzare il filo interdentale almeno uno volta al giorno e combattere la placca anche con l’aiuto di un buon collutorio sono le classiche regole regole da seguire ogni giorno. Abitudini particolarmente importanti soprattutto in gravidanza e che in futuro andranno trasmesse correttamente anche ai più piccoli.

Ultima modifica il Lunedì, 10 Dicembre 2018 17:08
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…