Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano. Anno Zero: Pineta di Santa Filomena per il Turismo Sostenibile

 le proposte di programma di Montesilvano Anno Zero in un ciclo di iniziative

 

La lista civica Montesilvano Anno Zero, a sostegno di Enzo Fidanza,  inaugura un ciclo di incontri sui temi più significativi delle proposte programmatiche per la città di Montesilvano: il 16 maggio alle 18.00 nella pineta di Santa Filomena, nei pressi di via Lago di Bomba, la prima assemblea cittadina sul futuro di questa riserva statale naturale dalle potenzialità inespresse. "Un’assemblea per ascoltare le proposte dei cittadini e per comunicare le linee guida degli interventi contro il degrado e l’abbandono di questo fondamentale spazio verde che fa da cornice alla città, senza però riuscire ad avere il ruolo aggregativo che merita" Si legge in una nota. "La risposta all’abbandono non può essere solo la maggiore vigilanza, c’è bisogno di un calendario di attività durante tutto l’anno in modo che la pineta sia un padiglione polivalente naturale di attività legate alla tutela dell’ambiente. Per questo pensiamo che sia possibile stabilire un protocollo d’intesa tra la gestione della riserva e i vari operatori coinvolti, sul modello di Pineto che da anni sperimenta queste soluzioni con grande successo".

“La Pineta di Santa Filomena, che oggi è vissuta come zona di transito tra la città e il litorale di Montesilvano, deve diventare un luogo da vivere e di cui tutti devono disporre nel rispetto del regolamento della riserva" afferma Alessio Pisciella, candidato della lista Anno Zero, "pensiamo come primo provvedimento di fare richiesta di adesione alla Carta Europea del Turismo Sostenibile, sul modello dell’Area Marina Protetta del Cerrano, mettendo in rete operatori turistici, Amministrazione, balneatori, associazioni, istituti scolastici e in generale tutti coloro che vedono nella Pineta un elemento da valorizzare per tutta la Città, non solo un’area verde recintata e spesso preda di bivacchi”.

La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS) "è uno strumento metodologico ed una certificazione che permette una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile".Prosegue, "L'elemento centrale della Carta è la collaborazione tra tutte le parti interessate a sviluppare una strategia comune ed un piano d'azione per lo sviluppo turistico, sulla base di un'analisi approfondita della situazione locale. L'obiettivo è la tutela del patrimonio naturale e culturale e il continuo miglioramento della gestione del turismo nell'area protetta a favore dell'ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori. Migliorare la qualità della vita dei cittadini sfruttando le risorse naturali offerte dalla città, che si candida a diventare in questo modo, il POLO TURISTICO SOSTENIBILE DELL’AREA METROPOLITANA che nascerà il 1° gennaio del 2022 con la legge che ha già istituito la Grande Pescara, che del resto promuove l’abbattimento dei confini amministrativi che impediscono alle 2 città di Pescara e Montesilvano la piena efficienza nei collegamenti urbani, nella gestione dei rifiuti e dei servizi alle persone"

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…