Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano. Aurelio Cilli: "le spese inutili della giunta Maragno"

Aurelio Cilli della Lega attacca il Comune che per "Assecondare velleità di alcuni consiglieri, spende denaro di cui al contrario dispone".

Commenta la delibera n. 124 del 15.05.2018 "votata all’unanimità dalla giunta Maragno: 13.500 euro spesi per commissionare un murales in via Rimini di cui peraltro i consiglieri comunali Pompei e Silli si fann vanto sui social network."

"Anche un miope - sottolinea Cilli - vede più che bene il contesto in cui l'opera è stata realizzata, un contesto di abbandono e degrado. A pochi metri ci sono un parco in cui i bambini non possono giocare poiché totalmente impraticabile per la mancanza di manutenzione, una struttura – il bocciodromo – lasciata abbandonata, nonché la scuola in legno vergognosamente in stato di fatiscenza. Non possiamo avallare scelte insensate frutto di una visione della realtà e valutazione delle priorità che non appartengono ad un governo di centro destra; la Lega ha un interesse su tutti: prima gli italiani".

L'ex assessore provinciale fa presente "il ringraziamento che gli immigrati rivolgono all’Ente Comunale e non ci meravigliamo poiché oramai l’azienda speciale svolge attività a loro esclusivo servizio avendo completamente dimenticato il fine per cui è nata: sostenere le famiglie italiane locali. Se per un verso vengono spesi centinaia di migliaia di euro di denaro per gli immigrati, a cui peraltro dedichiamo quasi tutti i dipendenti, per altro verso assistiamo ad una carenza dei servizi sociali rivolti agli italiani in difficoltà, a cui viene rifiutato il sostegno per poter vivere dignitosamente. Montesilvano, insomma, come L’Aquila." Cilli menziona poi il caso di un ragazzo montesilvanese malato, che da mesi non riceve contributi assegnati per legge "parliamo di poche migliaia di euro a cui il Comune dice di essere in difficoltà finanziarie: la sua famiglia si sta indebitando con anticipazioni di denaro cospicue per garantirgli le cure alle quali non può rinunciare".

Anche il coordinatore regionale, onorevole Giuseppe Bellachioma, evidenzia come "spesso ci si trovi di fronte a scelte insensate, che non sostengono i cittadini che hanno realmente bisogno, ma assecondano semplicemente velleità personali di amministratori che evidentemente hanno perso il parametro di cosa sia il bene comune. La Lega è e sarà sempre contro questo modo di fare politica, nelle Regioni, nelle Province e in ogni città".

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…