Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano: dove sono finiti i proventi dei semafori killer?

3 milioni incassati in tre anni e 7 milioni di euro non recuperati. 39 mila euro solo per le notifiche delle multe per un recupero che appare molto oneroso.

 

Stupiscono i dati resi, che appaiono antieconomici per il Comune, a seguito dell’interrogazione, davanti ad un’assise quasi deserta, a firma di Pd e M5s, sull’incasso e sulla destinazione del ricavato delle sanzioni amministrative e del famoso semaforo killer. A rispondere in aula è stata l’assessore Damiana Rossi, nel consiglio comunale del 20 gennaio.

La maggior parte dei montesilvanesi e non solo è incappata nel semaforo killer. Multe salatissime, a volte pagate con difficoltà dalle brave persone sempre puntuali all'appuntamento con le sanzioni. In molti, nonostante tutto, poi si son detti: 'pazienza, almeno serviranno per aggiustare le strade."

Eppure il report delle entrate riserva qualche sorpresa.

Nella relazione ha elencato i dati di tre anni, in attesa di quelli del 2018 e 2019. Tre milioni incassati e 7 non riscossi, è il primo dato che balza agli occhi. Con i photored, i semafori killer, nel 2017 il Comune ha introitato ben oltre 2mln, in delibera erano stata preventivata una proiezione di oltre 3milioni, a suo tempo. Uno stacco di entrate si nota rispetto agli anni precedenti. Nel 2016 sono stati incassati quasi 544 mila euro; nel 2015 oltre 295mila.

Solo 70 mila euro circa destinato è stato destinato alla segnaletica e manutenzione strade nel 2016, 37 mila nel 2015, 163 mila nel 2017.

Altro dato incredibile: 39 mila euro vengono spese per le notifiche delle multe.

In tre anni sono stati incassati 3milioni di sanzioni a fronte di 7 milioni 200mila euro non riscossi sull’ammontare delle sanzioni, ha fatto notare Antonio Saccone,PD, che ha letto l’interrogazione. "Un commento finale lo si può fare solo quando sapremo i dati degli anni che mancano".

“Sicuramente ci sono meno incidente ma per il Comune le multe hanno un recupero faticoso e oneroso. Sarebbe meglio aumentare i vigili con la spesa investita per i photored che risultano vessatori.” Così Paola Ballarini del M5s commenta: “mi salta all’occhio che nulla è stato messo sulla manutenzione stradale, orizzontale e verticale, in questi anni”. Riferisce poi che in Via D’Annunzio, dove c’è parcheggio selvaggio da entrambi i lati, non è possibile elevare multe, “il Comandante Casale mi spiega che se le persone, che hanno ricevuto la sanzione, fanno ricorso, vincono di sicuro, perché la mancanza è del Comune”. E chiede: “non sono stati messi i soldi per questo tipo di manutenzione e questo mi fa pensare molto”.

L’assessore Rossi ha chiesto tempo e una riunione di commissione per approfondire l’argomento e ottenere i dati degli anni 2018 e 2019.

E mentre gira la notizia di un altro semaforo killer, questa volta in via Europa, Paola Ballarini invita alla riflessione: “Conviene?”

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Gennaio 2020 19:27
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…