Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano/elezioni. Mamme contro 5G incontrano i tre candidati a sindaco

Lunedì 13 maggio dalle ore 10:00 alle ore 12:00 nella Sala Tricolore al quarto piano del Municipio.

Il Comitato locale 'No al 5G' invita i candidati a sindaco di Montesilvano, Roberto Panichella, Enzo Fidanza e Ottavio De Martinis ad un incontro in Municipio per informarli su "potenziali gravi pericoli per la salute a cui sarebbero esposti i cittadini di Montesilvano" nel caso in cui la "Amministrazione decidesse di installare la rete 5G (quinta generazione della telecomunicazione)". E alla fine proporre un impegno sul tema.

Si legge nella lettera di invito ai candidati che "La rete 5G usa frequenze che vanno da 3,4 a 3,8 GHz, ma prevede anche l’impiego di frequenze superiori ai 6 GHz e, in un secondo momento, di onde millimetriche (oltre 30 GHz), mai utilizzate finora su larga scala."

Il Comitato sostiene che "Studi sperimentali condotti su animali esposti a onde millimetriche hanno evidenziato alterazioni della frequenza e del ritmo cardiaco, alterazioni del sistema immunitario, aumento dell’antibiotico-resistenza, cataratta, effetti teratogeni, danni a carico della cromatina, alterazione dell’espressione genica".

Sono diverse e autorevoli le moratorie richieste sull'istallazione del 5G fino a studi attendibili sull'impatto sanitario e ambientale: oltre 180 ricercatori di 37 Paesi, l’ISDE (International Society of Doctors for the Environment) Italia, che chiede anche la sospensione del roll-out del 5G.

L’esposizione ai CEM, emesse dal 5G, di bassa ed alta frequenza (ELF e RF-MO) potrebbe determinare una patologia ambientale, Elettrosensibilità (EHS), diversi ricercatori ne avrebbero chiesto l’inserimento nella classificazione internazionale delle malattie (ICD). Già nel 2009 il Parlamento Europeo ha invitato gli Stati membri a riconoscere l’elettrosensibilità come invalidità seguendo l’esempio della Svezia.

"L’elettrosensibilità è una patologia cronica che si riacutizza ogni qual volta il soggetto si espone ai CEM artificiali ed è caratterizzata da una moltitudine di sintomi aspecifici che possono variare per intensità, frequenza e durata e che tendono ad aggravarsi e a cronicizzarsi implicando un degrado della qualità della vita e a volte compromissione o perdita della capacità lavorativa. Il numero delle persone affette da EHS è in costante aumento".

Durante l'incontro si approfondiranno gli aspetti di questa richiesta del Comitato No al 5G, formato da mamme preoccupate dagli eventuali rischi di queste tecnologie.

Formale impegno al termine dell'incontro sarà richiesto ai tre candidati sulle installazioni delle Stazioni Radio Base (SRB) al fine di sollecitare la prossima amministrazione cittadina:

1) A fornirsi di un Piano e un Regolamento Comunale entro 1 anno dall’insediamento 2) Alla legalità e alla trasparenza 3) Assoggettabilità a “Valutazione Ambientale Strategica” del Piano e/o Programma (presentato dai gestori per SRB) 4) Coinvolgimento dei Comitati e Associazioni del Territorio 5) Creazione di un di un catasto per le antenne 6) Risanamento delle situazioni critiche (superamento 6 V/m) se evidenziate da studi effettuati da Agenzie Abilitate 7) Per quanto riguarda l’imminente Tecnologia del 5G chiediamo al Consiglio Comunale un impegno a bloccare un’eventuale Sperimentazione nel Comune di Montesilvano e se fosse possibile insieme agli altri Comuni d’Italia adoperarsi per il riufiuto totale fino a che gli studi scientifici non danno risposte certe e rassicuranti sui danni alla salute 8) A promuovere campagne di informazione.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…