Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano/Giunta. Gabriele Di Stefano: Auspico NO Grande Pescara e NO Cemento

"Colgo l’occasione per augurare il mio più sincero in bocca al Lupo a tutti gli Amministratori che guideranno il prossimo quinquennio la nostra amata Montesilvano".

Gabriele Di Stefano, candidato con Lega, uno dei big esclusi dela politica dice la sua sulla nuova Giunta. "Ciò che come ex consigliere e cittadino auspico per il futuro, è che temi nevralgici e centrali come il freno all’espansione selvaggia del cemento nelle aree verdi, l’opposizione allo scellerato piano di conquista detto Grande Pescara trovino un muro solidissimo tra chi amministra e ama il nostro territorio". Afferma "Il PRG approvato nel 2001, appena dopo la sua nascita, ha generato danni e incongruenze" e ricorda "Ciò ha generato danni irreparabili dove in passato la politica è stata complice e solidale a uno sviluppo selvaggio e incontrollato: il sottoscritto ha lottato contro questi clan per 15 anni e chissà che anche questo non sia alla base della causa che mi ha portato fuori dal consiglio comunale". Anche fuori dalle cariche istituzionali esorta "i nuovi amministratori a non arrendersi, a non vendersi, a non cedere alle macchinazioni di speculatori ed affaristi, ma al contrario di tenere sulla loro scrivania la foto dei loro figli e di pensare a loro ogni volta che nuove proposte di scempio edile passano sulla loro scrivania. Specie ora che il nuovo piano regolatore è imminente, lavorino con coscienza e non con criminale avidità, mantenendo dignità, onestà e buon senso, perché il futuro della qualità della vita sarà ciò che caratterizzerà la qualità della loro vita".

Insiste con lapropria linea "Basta palazzi privi di marciapiedi, basta grattacieli dove c’erano case a due piani, basta casermoni stile condomini alveare che privano luce e aria a chi con sacrificio vuole vivere in un contesto dignitoso". In conclusione si rivolge agli Amministratori poltiici pro tempore: "Durante il mio contributo all’amministrazione sono riuscito a far ridurre l’indice anomalo delle cubature in diverse aree, a generare mozioni e varianti urbanistiche che hanno reso più accettabile la vita in diverse aree comunali, ma ci sarebbe stato moltissimo ancora da fare: per questo esorto ancora una volta, in conclusione, a non arrendervi a chi ha come obiettivo il proprio ingiusto profitto a danno della qualità della vita di tutti i residenti".

Ultima modifica il Lunedì, 24 Giugno 2019 12:07
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…