Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano/Palazzina imbrattata di escrementi: non è la prima volta.

Il rebus: con quali mezzi sia stato trasportato così tanto materiale sul luogo? La condanna nelle parole del Sindaco, vice sindaco, delegato alla sicurezza e assessore all'urbanistica.

 

Sono in corso le indagini dei Carabinieri per trovare i responsabili dell'imbrattamento con liquami e escrementi sulla palazzina in viale Europa, avvenuto questa notte. Sul muro dell'ingresso la scritta: "Comune e palazzina di merda". Un gesto che esprime profonda rabbia.

Uno scroscio di materiale fecale contro una nuova palazzina, ancora disabitata, i cui schizzi sono arrivati fino ai balconi del secondo piano. La curiosa dinamica è ancora da ricostruire, sicuramente ha richiesto impegno da chi l'ha posta in essere.

Eppure non è la prima volta, riferiscono gli inquirenti.

Qualsiasi possano essere le ragioni della strana azione, sono condannate dal mondo politico e cittadino per il forte disagio provocato. Danno all'edificio, per i residenti, per i commercianti e soprattutto per gli ambulanti del mercato del martedì, dato il cattivo odore degli escrementi sparsi abbondantemente persino su tutto il marciapiede.

La domanda che viene da porsi: gli autori dello 'scherzo' come sono riusciti a spargere così tanto liquame per un'area così vasta?

L'imbrattamento, per la copiosità di materia sparsa, fa pensare che può esser stata 'sparata' da una specie di macchinario, per ottenere quel risultato davvero insolito, risulterebbe arduo lo stesso effetto con secchi e buste.

Il sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis esprime dura condanna: “Un episodio deplorevole per la città, che questa mattina si è svegliata trovando una delle situazioni più imbarazzanti e vergognose avvenute sul nostro territorio. La notte scorsa è stato compiuto un gesto perverso in pieno centro cittadino, un gesto che rasenta non solo l’immoralità, ma la follia e che oltre all’immagine indecorosa ha lasciato un fetore nauseabondo su tutta la via. Auspico indagini veloci da parte dei Carabinieri di Montesilvano, anche attraverso l'ausilio delle videocamere, per risalire al più presto all’autore dell’episodio insano”.

"Questo gesto di inciviltà va assolutamente condannato se lo scopo della 'protesta' era quello di palesare la contrarietà alla realizzazione di questo immobile, - interviene il vice sindaco ing. Paolo Cilli -   qualcuno ha sbagliato il modo e i tempi... il disagio è stato provocato non solo al costruttore bensì alla cittadinanza che è stata costretta a sopportare il male odore oltre che la vista incresciosa degli escrementi amplificata dal fatto che nella giornata odierna in viale Europa si è svolto il mercato rionale. I disagi e le contrarietà si esprimono in altra maniera, mi risulta che ci sia stato un ricorso al Tar per evitare la costruzione dell'edificio; il giudizio del giudice va rispettato anche se non condiviso".

"Indecenti ed oltraggiosi, così definisco atti di tale specie. In luogo della volgare protesta suggerisco una proficua ed equilibrata concertazione". Scrive l'assessore all'urbanistica Anthony Aliano sul social e riferisce che il tema dello sviluppo urbano e del nuovo PRG "sarà finalizzato ad un recupero della qualità degli spazi e, dunque, della vita".

"Ho sentito i Carabinieri questa mattina e sono convinto che riusciranno a risalire agli autori, sarà la seconda o terza volta che accade". Riferisce Marco Forconi, consigliere comunale delegato alla sicurezza.

Ultima modifica il Martedì, 02 Luglio 2019 19:13
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…