Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano. Previste nevicate a bassa quota. "Pronto Piano emergenze"

 Il Comune ha predisposto un adeguato piano neve. Secondo il piano neve il territorio di Montesilvano è stato suddiviso in 8 zone raggruppate in 5 macroaree, ciascuna di queste ultime verrà gestita da altrettante ditte incaricate.

 

L’avviso meteo del Centro funzionale d’Abruzzo della Protezione civile comunica che dal pomeriggio di oggi, mercoledì 2 gennaio, si prevedono nevicate che in nottata potrebbero arrivare anche a bassa quota. Ecco le misure di autoprotezione in caso di neve e gelo.

Prima:

• Informarsii sull’evoluzione della situazione meteo, ascoltando i telegiornali o i radiogiornali locali, visitando i siti web specializzati, in particolare il sito internet del Centro Funzionale d’Abruzzo (http://allarmeteo.regione.abruzzo.it/), quello del Comune di Montesilvano (https://www.comune.montesilvano.pe.it/), seguendo le informazioni e le indicazioni diffuse dal servizio “Montesilvano Informa” attivo su Telegram;

• Procurarsi l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo o verificane lo stato: pala e scorte di sale sono strumenti indispensabili per la tua abitazione o per il tuo esercizio commerciale;

• Attenzione all'auto che, in inverno più che mai, deve essere pronta per affrontare neve e ghiaccio;

• Pneumatici invernali oppure portare a bordo catene da neve, preferibilmente a montaggio rapido; fai qualche prova di montaggio delle catene: meglio imparare ad usarle prima, piuttosto che trovarsi in difficoltà sotto una fitta nevicata; • Controllare che ci sia il liquido antigelo nell’acqua del radiatore; • Verificare lo stato della batteria e l’efficienza delle spazzole dei tergicristalli; • Non dimenticare di tenere in auto i cavi per l’accensione forzata, pinze, torcia e guanti da lavoro.

Durante:

Seguendo costantemete le informazioni, procurarsi l’attrezzatura necessaria contro la neve e gelo: pala e scorte di Verifica la capacità di carico della copertura dello stabile (casa, capannone o altra struttura). L’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto potrebbe provocare crolli;

• Ai sensi dell’articolo 24 del Regolamento di Polizia Urbana, i proprietari e i conduttori di case hanno l'obbligo solidale di provvedere allo sgombro della neve dai marciapiedi prospicienti i rispettivi fabbricati non appena sia cessato di nevicare e di rompere e coprire con materiale adatto antisdrucciolevole il ghiaccio che vi si formi, evitando di gettare e spandervi sopra acqua che possa congelarsi; pertanto, preoccupati di togliere la neve dal tuo accesso privato o dal tuo passo carraio; non buttarla in strada, potresti intralciare il lavoro dei mezzi spazzaneve;

• Evitare di utilizzare l’auto quando nevica e, se possibile, lasciala in garage. Riducendo il traffico e il numero di mezzi in sosta su strade e aree pubbliche, si agevola molto le operazioni di sgombero neve;

Costretti a prendere l’auto seguire queste piccole regole di buon senso:

- liberare interamente l’auto e non solo i finestrini dalla neve;

- tenere accese le luci per rendersi più visibile sulla strada;

- mantenere una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate; predilire piuttosto, l’utilizzo del freno motore;

- evitare manovre brusche e sterzate improvvise;

- accelerare dolcemente e aumenta la distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede; - in salita è essenziale procedere senza mai arrestarsi. Una volta fermi è difficile ripartire e la sosta forzata della tua auto può intralciare il transito degli altri veicoli; - parcheggiare correttamente l' auto in maniera che non ostacoli il lavori dei mezzi sgombraneve;

- prestare particolare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, si possono staccare dai tetti;

- non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote;

• Non camminare e non parcheggiare nelle vicinanze di alberi e presta attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti.

Dopo: • Ricorda che, dopo la nevicata, è possibile la formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi. Prestare quindi attenzione al fondo stradale, guidando con particolare prudenza;

• A piedi scegliere con cura le tue scarpe per evitare cadute e scivoloni e muoviti con cautela e presta attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti.

Nello scorso mese, 10 dicembre, è stato annunciato il Piano neve 2018/2019, in occasione della riunione operativa con tutte le parti incaricate, ditte, Protezione Civile, Croce Rossa e Associazione Nazionale Carabinieri.

"Come di consueto nelle scorse settimane - ricorda l’assessore Paolo Cilli - abbiamo approvato il piano neve, ossia il documento che contiene tutte le procedure da porre in essere in caso di emergenza. Abbiamo suddiviso il territorio in 8 zone raggruppate in 5 macroaree, ciascuna di queste ultime verrà gestita da altrettante ditte incaricate. Obiettivo di questa riunione preventiva è stato quello di individuare e accordarci con le ditte sulle corrette e soprattutto tempestive modalità di intervento in caso di emergenza. Le imprese dovranno assicurare piena reperibilità in tutto il periodo invernale, e seguire le procedure fissate nel piano neve che va a integrare il piano di emergenza comunale. E’ evidente che oltre alla tempestività dell’intervento garantita dalla macchina comunale, in piena sinergia con gli enti di soccorso, per superare al meglio un’emergenza ghiaccio o neve è necessaria anche la massima collaborazione da parte dei cittadini stessi, che dovranno assumere, per cominciare, comportamenti prudenti e di buon senso e che dovranno rispettare ordinanze e disposizioni che verranno comunque comunicati dall’Amministrazione attraverso i canali ufficiali".

Il piano prevede innanzitutto l'attivazione del COC, il centro operativo comunale, che coordina gli interventi delle squadre operative comunali e dei volontari e predispone le azioni da attivare in caso di due diversi scenari, quello relativo al ghiaccio e quello alla neve. Il territorio viene suddiviso in otto zone, a loro volta raggruppate in 5 macroaree che verranno assegnate a ditte specializzate che effettueranno gli interventi di sgombero e rimozione della neve e che corrispondono con: il quadrante confine Pescara, Lungomare, corso Umberto, via Marinelli; il quadrante confine fiume Saline, lungomare, via Marinelli (esclusa), corso Umberto; il quadrante corso Umberto (esclusa), confine Pescara, via Saragat, via Verrotti, via Sospiri, via Di Vittorio, via Piceni, fiume Saline; il quadrante via Vestina, confine Cappelle, Fiume Slaline, via Piceni, via Cavallotti (escluse); il quadrante S.P. Togliatti, via Vestina e via Sospiri (escluse), via delle Querce, via Chiappiniello, S.C. Case d'Agnese, S.C. Pianacci, via Vittorio Emanuele; il quadrante via Saragat (esclusa), confine Pescara, S.C. per Cappelle, S.C. per Spoltore, rotatoria Montesilvano Colle, via Vittorio Emanuele (escluse); il quadrante confine Cappelle, confine Spoltore, S.c. Spoltore e S.C. Pescara (escluse).

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…