Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano/strutture per la cultura: candidati sindaci firmano impegno

Biblioteca, teatro, museo, corso, piazza. Roselli, presidente del CCet: "saremo addosso al futuro sindaco". Arch. Volpe: "per rendere agibile auditorium Sciarretta, 10mila euro"

 

Un incontro che ha tenuto fermo il folto pubblico in biblioteca E. Agostinoni, al PalaBaldoni, per oltre due ore quello di domenica, organizzato dal CCet, con i tre candidati sindaci, Enzo Fidanza, Ottavio De Martinis e Raffaele Panichella.

Argomento unico: le strutture destinate alla cultra e all'arte. 5 i punti toccati: biblioteca, teatro, museo, corso e piazza.

Il tour

Antonella Di Giovanni, una dei volontari Ccet, che ha aperto la bilblioteca ogni sabato mattina per qasi un anno, servizio gratuito che ha conseguito un notevole risparmio all'Azienda speciale, gestore del luogo, ha accompagnato in un tour delle criticità gli ospiti, per conoscere le problematiche correnti, non affrontate anche per rinviate per mancanza di fondi. Computer non funzionati, i bagni fuori, carenza del patrimonio libri, che, però, custodisce una copiosa collezione Harmony, l'impossibilità nell'unico spazio di invitare scuole e svolgere eventi culturali durante la settimana, perchè ridotto a essere solo ed esclusivamente sala studio per i ragazzi. Insomma la biblioteca essendo l'unico luogo potenzialmente di aggregazione aavrebbe bisogno di maggior spazio per dividere le attività. " Le persone - ha fatto presente Di Giovanni - non sanno nemmeno che esiste una biblioteca in città, questo non è d'aiuto".

Biblioteca.

Tutti e tre i candidati a sindaco sono concordi nel trasferire la biblioteca del futuro al Delfico, il Palazzo antico fatiscente e in completo abbandono su corso Umberto angolo Via Marinelli, di proprietà comunale. Nel frattempo un intervento per rendere fruibile l'attuale location in Palazzo Baldoni, per agevolare le attività.

Teatro.

Enzo Fidanza, commercialista, preoccupato per una futura gestione e dei bilanci di un teatro in Città, è per far nascere una struttura scenica all'interno del PalaDeanMartin, polifunzionale. Ex novo, in 5 o 10 anni, per l'architetto Raffaele Panichella dovrebbe essere progettato un teatro. In ogni caso sia per Fidanza, sia per Panichella, il teatro dovrebbe essere un argomento da discutere nella Grande Pescara. Per il vice sindaco uscente e impiegato della Polizia di Stato Ottavio De Martinis, dubbioso su questa fusione, un nuovo teatro sarà l'opera di punta dei 5 anni dell'amministrazione, costruito ex novo sui terreni dietro il Palazzo Delfico.

 

Auditorium Sciarretta.

Fidanza vuole recuperarlo, sostiene che è un luogo speciale inserito dentro la bomboniera che è il centro storico del Colle, "ha una particolarità tale da attrarre i turisti la sera. Occorre solo implementare ciò che darebbe valore aggiunto al fascino turistico di Montesilvano". Per Panichella è importante recuperare la struttura, ma "occorre fare un'attenta analisi per vedere dove trovare i soldi". De Martinis riferisce che ristrutturare costa 400 mila euro, "l'auditorium è posto in una situazione di disagio assoluto per quanto riguarda il traffico, è in curva, senza parcheggio. Occorrerebbe fare un intervento di altra natura che comporterebbe un'ulteriore spesa. Anche l'acustica è scadente, a detta di autorevoli musicisti". Quindi i 400 mila euro saranno rivolti a qualcosa che possa essere "più funzionale alla città" e "Montesilvano Colle è la sede naturale per la cultura con il bellissimo belvedere e la piazza Calabresi".

L'Auditorium è stato progettato dall'arch. Marco Volpe che ha tenuto a precisare sulle somme per il recupero dell'agibilità, 400cento mila euro se si decide di chiuderlo con una copertura. "In questo caso occorrerebbero sicuramente più risorse, perché oltre alla copertura ci sarebbero diversi adempimenti richiesti dalla legge. Invece per recuperarlo così come si presenta oggi, auditorium all'aperto, servirebbero solo 10mila euro". Sull'acustica Volpe ricorda che all'inaugurazione è stata testata da "esimi" esponenti della musica lirica, "non si sarebbero mai esibiti se fosse stata scadente". Se è vero che la curva dove è posto lascia a desiderare, aggiunge Volpe, "il parcheggio ci sarebbe, infatti il terreno di fronte è già stato ceduto al Comune".

Museo.

Per Fidanza dovrebbe sorgere in Stella Maris, da decidere il tema o più temi del Museo. Panichella propone un Museo dedicato a Gabriele D'Annunzio. De Martinis vedrebbe di buon occhio un Museo del cinema al PalaDeanMartin, al secondo piano, mentre per Stella Maris proseguirebbe la caccia alle risorse regionali per il progetto Lab.

Piazza e Corso

I tre candidati un po' vaghi sulla definizione di una piazza e un corso. Le risorse e le possibilità del Comune sono la dura realtà con cui fare i conti. Tutti e tre comunque concordi nella necessità di luoghi di aggregazione cittadini dove passeggiare, incontrarsi. Si farà Piazza Germania nel pp1? Un argomento su cui non si sono sbilanciati. Le risorse, è chiaro, si cercano dove si può, dove ci sono finanziamenti disponibili. Propensi per il sì quando l'arch. Ortensia Osmenaj, del Ccet, ha chiesto se sono previsti professionisti nello staff del futuro sindaco specializzati nella ricerca di fondi europei.

Al termine dell'incontro, senza indugi, i candidati sindaco hanno firmato un documento dove si impegnano a promuovere la cultura in questi 5 punti.

La grande Pescara potrebbe diventare una realtà a breve, per Montesilvano è rischioso entrarci nuda, spoglia di quelli che sono i 5 punti che definiscono qualsiasi città. Il pubblico ha gradito l'incontro, avrebbe voluto parlare di più con i tre candidati che si sono messi a nudo e riferito quello, che per loro, si può fare, con molta franchezza e senso della realtà.

Ha precisato il presidente pro tempore Ccet Luana Roselli, "i candidati hanno firmato un documento che il comitato andrà a controllare; il comitato sarà addosso al futuro sindaco. Non è più il colore che fa la politica, ma il buon senso. Occorre remare tutti nella stessa direzione."

Solo uno dei tre sarà il prossimo sindaco, ma anche dall'opposizione si può fare molto, si può fare la differenza per la città e l'aggregazione artistico-culturale.

Al gong lo scrittore Marco Battista, la diretta social a cura dell'Arch. Sara Tarricone, ripresa video Alessandro Maio, foto Franco Santucci. L'incontro è stato presentato dal direttore responsabile del Giornale di Montesilvano Angela Curatolo.

Ultima modifica il Martedì, 21 Maggio 2019 21:55
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…