Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Montesilvano/turismo. Musica Tortuga, "ordinanza rimane valida"

Il locale sul lungomare, in piena estate, non può fare musica sino alla relazione Arta. Sindaco de Martinis: "nella zona ci sono molti cittadini che lavorano e che al mattino devono svegliarsi presto e purtroppo a causa della musica spesso troppo alta non riescono a dormire”.

 

"Il Comune di Montesilvano ha ricevuto l’8 agosto la rivelazione effettuata dall’Arta che comprovava il superamento dei limiti previsti dei decibel dell’apparecchiatura musicale e del sistema di diffusione sonora del Tortuga Beach Club, nelle serate del 24 e 25 luglio scorso." Così si legge in una nta ufficiale del sindaco de Martinis. Tempestivamente il sindaco Ottavio De Martinis ha provveduto ad emettere l’ordinanza, come previsto dalla legge, la polizia municipale ha notificato il documento ad uno dei soci del Tortuga Beach Club sabato 10 agosto alle ore 11,00 e ha anche inviato tramite pec alle ore 14,00, aperta alle ore 16,00 dalla società. Prosegue la nota. Il Tortuga Beach Club nelle serate di sabato e domenica ha continuato comunque l’attività musicale nonostante il divieto e i vigili hanno rilevato la mancata ottemperanza della dispozione sindacale da parte della società Sogepa srl, effettuando denuncia alla Procura della Repubblica.

“Siamo in attesa che l’Arta certifichi, attraverso un controllo tecnico, l’adeguamento degli impianti sonori – spiega il sindaco De Martinis -, ma al momento non è avvenuto niente di tutto questo per cui l’ordinanza è valida. La polizia muncipale ha rilevato nelle due serate del 10 e 11 agosto l’inosservanza dei gestori dello stabilimento, che hanno effettuato serate musicali, venendo meno a quanto stabilito dall’ordinanza. Inoltre hanno accusato l’amministrazione comunale di una mossa punitiva nei loro confronti. Una dichiarazione fuori luogo, tenendo conto dell’incontro che si è svolto nel mio ufficio alcune settimane fa con i gestori degli stabilimenti, tra cui anche quelli del Tortuga, con i quali abbiamo ragionato sui metodi, che avrebbero dovuto conciliare le loro serate e il riposo dei residenti della zona. I rilievi dell’Arta hanno invece evidenziato delle irregolarità da parte loro contrariamente a quanto hanno detto nell’incontro in Comune. Nel momento in cui mi viene inviata una nota da parte dell’Arta e della Asl su delle irregolarità io devo provvedere a fare ordinanza. La Sogepa ha dichiarato in una relazione di aver provveduto ai dovuti accorgimenti e di essere in regola. La nota è stata inviata sabato sera agli enti interessati dieci minuti prima dell’avvio della serata musicale. In realtà l’Arta e la Asl dovrebbero verificare i requisiti del Tortuga e inviarci di nuovo una relazione, così da emettere una nuova ordinanza. Se la società che gestisce il Tortuga avesse inviato una relazione il 30 luglio, dopo i rilevi del 24 e 25, dichiarando l’adeguamento dei loro impianti ad Arta, Asl e Comune e non la sera di sabato 10 agosto si sarebbe evitato tutto questo. Infine i gestori nella nota parlano di disagio e incertezza dei lavoratori del locale, nella zona ci sono molti cittadini che lavorano e che al mattino devono svegliarsi presto e purtroppo a causa della musica spesso troppo alta non riescono a dormire”.

 

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…