Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Napoli. Ironia della sorte Via Montesilvano diventa il primo vicolo della cultura

 Una stradina buia sarà illuminata e diventerà il centro culturale del Rione Sanità con biblioteca all'aperto e edicole culturali, a Napoli.

 

La scoperta è dell'ex consigliere comunale Oscaro Biferi che ha condiviso la notizia nel gruppo Montesilvano città senza teatro dal profilo del vlogger Davide D'Errico, molto attivio per la cultura nella propria città,dell'associazione Onlus Opportunity che organizza insieme all'azienda Toraldo. Tanti montesilvanesi, quasi commossi che, per ironia della sorte, la via che porta il nome della propria città, diventi il vicolo della cultura nel Rione Sanità, nella straboccante di storia e bellezza Napoli.

 

Dal 21 dicembre questo vicolo buio, si legge sul post, sarà illuminato a festa e accoglierà interessanti intrattenimenti culturali, nel Rione dell'amato Totò. Diventerà "piena di installazioni culturali, libri, street art e soprattutto 'edicole culturali' sulla scorta di quelle votive". Addirittura è il primo vicolo della cultura in tutta Italia. Perchè scrive, "È la rivoluzione della bellezza. Più forte del degrado e della criminalità."

Le luci sottolineano il concetto che se si illumina una strada buia cala la criminalità. E' poesia anche il motivo che muove questa iniziativa, come tutto a Napoli, d'altronde.

Ironia della sorte della città di Montesilvano che non brilla certo per le sue attività culturali e sovente tende ad essere indifferente verso i tanti tentativi di molti impavidi cittadini di organizzare cultura.

In Via Montesilvano ci sarà la biblioteca all'aperto, come si legge su Napoli Today. A pensare che nella Montesilvano città, forse ancora per poco, l'unica biblioteca è piccola, trascurata, con pochi libri e ridotta da luogo di ricerca a mera sala studio di ragazzi che cercano solo un luogo silenzioso. Di certo i libri non sono i veri protagonisti, purtroppo.

La verità è che la notizia 'ingioisce' tutti, di più, inorgoglisce, perchè in città di cultura se ne fa talmente poca che, anche solo di riflesso, con il nome di via Montesilvano, beh, diventa una grande soddisfazione...qualcosa che non si può tacere.

Eppure potrebbe essere il suggerimento del destino che incita città e abitanti a non mollare e continuare a lanciarsi nel vuoto della provocazione culturale e artistica, nel mistero dei libri, del sapere, di quegli eventi che non hanno il sapore di cultura ma sono cultura come nel primo vicolo della cultura a Napoli che porta l'inaspettato nome di Montesilvano.

Ultima modifica il Venerdì, 06 Dicembre 2019 14:54
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…