Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara/5G. 6 su 8 candidati sindaci firmano impegno a valutare rischio

Oggi incontro con i candidati sindaci a Pescara nella Sala Commissioni del Comune di Pescara, con i Comitati No Antenne Pescara, No Elettrosmog, più Salute meno Antenne e del gruppo STOP 5G Abruzzo.

 

Dopo Montesilvano anche a Pescara l'incontro candidati sindaci-comitati, che si è svolto questa mattina, sulla tecnologia 5G su cui sorgono dubbi scaturiti da alcune ricerche che mettono in guardia sul rischio di danni alle persone e animali per le emissioni delle radio-frequenze che, secondo gli esperti, sarebbero oltre la soglie di tolleranza. La tecnologia 5G, secondo i Comitati organizzatori, potrebbero provocare patologie come l'elettrosensibilità, "ipersensibilità elettromagnetica", ovvero Elettro-Iper-Sensibilità o più comunemente meglio nota come Elettrosensibilità, i più comuni sintomi sono mal di testa, eruzioni cutanee, difficoltà di concentrazione, insonnia, acufeni, tachicardia, stordimento e difficoltà digestive.

Presenti 6 candidati sindaci su 8.

Assenti Carlo Masci e Gianni Teodoro. " Non sappiamo le ragioni per cui non sono venuti i due candidati - ha fatto presente Tonia di Giovacchino del comitato Stop 5G Abruzzo - noi non stiamo facendo assolutamente campagna elettorale ci teniamo ad informare su questo rischio i candidati sindaci e chiedere un impegno da parte loro, per valutare i rischi, nel caso vengano eletti".

Erika Alessandrini Gianluca Baldini Stefano Civitarese Carlo Costantini Mirko Iacomelli Marinella Sclocco hanno dato la propria disponibilità questa mattina e hanno, alla fine della riunione, firmato l'impegno:

"I candidati Sindaci del Comune di Pescara, una volta Sindaci si IMPEGNANO a portare all’attenzione del Consiglio Comunale una Mozione volta ad iniziare un percorso in sinergia con i Comitati e le Associazioni del territorio che porti alla redazione di un Regolamento Comunale e all’adozione di un Piano Stazione Radio Base sottoponendola ad Assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica, come previsto dal decreto legge sulle telecomunicazioni D. Lgs. 152/2006 e alla valutazione di tutti i rischi derivanti dall’introduzione della Tecnologia 5G".

Ieri Carlo Masci ha diramato una nota stampa a commento dell'incontro: "Sono per una città moderna, proiettata al futuro e informatizzata ma sono soprattutto per una tecnologia al servizio dei cittadini, perché non possono i cittadini essere ostaggio delle tecnologie." Proseguendo "Il Comune ha il dovere di valutare pro e contro, varando non solo un piano e un catasto delle antenne, sulla base delle risultanze scientifiche, ma anche ogni possibile accorgimento per tranquillizzare senza ambiguità quelle mamme che si preoccupano per i loro figli. Non dovremo arrivare all’assurdo che su tematiche simili la parola passi alla magistratura." Concludendo "Ecco perché sono fermamene convinto che dall’incontro con i rappresentanti della decina di comitati sorti sul territorio cittadino possa emergere una piattaforma che affronti scadenze ormai imminenti, come il posizionamento di apparecchiature di trasmissione appartenenti alla quinta generazione, il cosiddetto 5G".

Il Comitato 5G fa sapere che tutti i candidati sindaci alle amministrative 2019 in Italia, che hanno accettato l'invito a firmare l'impegno saranno menzionati nei loro media e social. "Per noi è importante ora sapere se sono disponibili a prendere questo impegno".

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…