Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara, "Comune sfratta lo Spaz"

Santroni, "Comune dichiara guerra al primo centro di cittadinanza attiva giovanile"- Gileno: "Masci e co. stanno mostrando il loro vero volto" È convocata inoltre per DOMANI (Giovedì 24 Ottobre) alle ore 11.30, davanti l'Ex Cofa, una Conferenza Stampa di tutto il centrosinistra sul DUP.

 

“La necessità legittima del Liceo MIBE di avere spazi adeguati per la propria scuola e i propri studenti, non credo che contempli la chiusura del primo centro di aggregazione giovanile comunale della città di Pescara, né la modifica del DUP. Molti studenti ed ex studenti del MIBE quel posto lo hanno pensato, voluto, allestito e lo frequentano e animano quotidianamente.” Afferma Daniela Santroni, ex Consigliera Comunale

“Mentre la Scuola in tutta Italia si interroga da anni su come sviluppare cittadinanza attiva, senso critico e protagonismo giovanile, inventa nuove metodologie come il Service Learning, promuove i programmi di volontariato e mobilità di Erasmus+, il Comune prende una delle migliori esperienze in tal senso e decide di dichiarargli guerra.”

“L’Amministrazione Masci si sta dimostrando essere contro lo sviluppo Culturale e Giovanile di Pescara - continua Saverio Gileno, tra i tanti partecipanti all’inaugurazione de Lo sPaz - Pescara ha raggiunto un’importante visibilità, anche a livello nazionale, per le politiche giovanili attivate ed ora Masci e co. stanno mostrando il loro vero volto con la volontà di “chiudere” lo sPaz ed ostacolare tanti progetti.”

“Non si governa bene spazzando via tutto quello che si è fatto in precedenza, noi non l’abbiamo fatto e invito l’Amministrazione Comunale a tornare sui suoi passi. - conclude Daniela Santroni - “Oggi siete solo riusciti nel capolavoro di creare lo scontro ragazzi contro ragazzi / educazione informale contro scuola che non aiuta né i giovani di questa città, né la scuola a trovare una soluzione. Invece di abrogare bandi, cancellare progetti già finanziati e rallentare le aperture delle buste, allargate la partecipazione della città e dei giovani alla gestione degli spazi pubblici. Se siete tanto capaci, fate meglio di noi e non peggio!”

"Distruggere è più comodo che creare. L'attuale amministrazione Masci invece che impegnarsi a costruire idee nuove per la città, si limita a ostacolare, bloccare o boicottare quelle già poste in essere dalla scorsa amministrazione, ed oggi la loro pigra ghigliottina si abbatte sulle attività dei nostri più giovani cittadini. Il DUP approvato ieri in Giunta dichiara di voler smantellare il Centro Di Aggregazione Giovanile "Lo sPaz". Da qualche mese l'Amministrazione Masci ventilava la possibilità di annullamento del bando di ri-assegnazione della ex-scuola Villa Fabio, destinata da Delibera 398/19 ad essere un C.A.G, a cui la sola Associazione Spaz (ovvero i ragazzi che dal 2016 hanno seguito un Corso e realizzato lo spazio attraverso fondi Regionali) ha partecipato. Il DUP invece evoca una presunta richiesta da parte della Dirigente Scolastica del MIBE per i locali di "Villa Fabio" che l'Amministrazione accoglierebbe, creando così uno scontro tra ragazzi, tra scuola e vita sociale e associativa che di fatto nella nostra città non esiste assolutamente, anzi: tra il MiBe e i ragazzi dello sPaz ci sono state sempre tantissime sintonie. Oggi, convocata una Commissione Vigilanza presieduta da Piero Giampietro e Giovanni Di Iacovo, tutto è emerso con chiarezza: il MiBe non ha mai voluto sfrattare i ragazzi dello sPaz, è solo questa Giunta che lo vuole. La Dirigente del settore Di Nino ed il Dirigente che preparò il bando Molisani, non rilevano nessuna illegittimità e dunque il bando – ora bloccato – può essere annullato solo per via della esplicita indicazione politica espressa dal DUP. Ed ora riprendiamo altri due aspetti: l'inesistenza di una richiesta formale per quegli spazi da parte del Misticoni-Bellisario e quindi emerge la semplice e completa volontà politica di osteggiare ed eliminare il Centro "Lo Spaz. Siamo al fianco dei ragazzi e delle ragazze che hanno creato uno spazio libero e plurale, culturale, per la formazione informale e lo sviluppo delle arti e delle capacità di ogni giovane pescarese. Ci opporremo con forza in Consiglio Comunale di lunedì contro questa e contro qualunque altra pratica dell'attuale Giunta che mira a spegnere le politiche giovanili di Pescara."

 

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Ottobre 2019 18:17
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…