Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara. Flop della super-mostra dannunziana. Di Iacovo: "Convocata una Commissione Vigilanza"

La mostra su Gabriele D'Annunzio, fortemente voluta dalle Amministrazioni di Masci e Marsilio, è costata ai cittadini pescaresi 115.000€ -praticamente l'intero budget di un intero anno intero di Assessorato alla Cultura - come da delibera di Giunta comunale n.747 dell'8 novembre scorso.

 

Non si mette in discussione la natura ed il valore della mostra, ma per un investimento di tale portata i risultati sono imbarazzanti: solo 336€ di entrate dai biglietti per un totale di poco più di cento spettatori. Peraltro proprio nel mese di dicembre, mese dell'inaugurazione in cui è stata massima la comunicazione e l'attenzione sull'evento, oltre che un mese pieno di festività e tempo libero.

Confermando questo trend, a fine mostra si arriverà ad un incasso di meno di 3.000€, decisamente un disastro e un immeritato trattamento per il nostro Vate.

"Condivido le analisi che ha fatto il Consigliere Regionale Blasioli e ritengo che la sciatteria e l'improvvisazione portano inevitabilmente a questi flop. Il guaio é che se si trattasse di un privato gallerista sprovveduto sarebbe perdonabile, trattandosi invece di soldi pubblici, peraltro spesi a palate, la questione è molto meno perdonabile."

" Per questo motivo ho immediatamente convocato la Commissione Vigilanza - afferma l'ex Assessore alla Cultura e Consigliere Comunale Giovanni Di Iacovo - perché si possano correttamente verificare cifre, dati e responsabilità. Sarebbe molto più dignitoso a questo punto rendere gratuito l'ingresso della Mostra per valorizzarne il suo contenuto e migliorarne la fruizione, specie per le scuole."

"Inoltre, accanto a questo carissimo flop la maggioranza in Regione ha bocciato due emendamenti in fase di bilancio che avrebbero implementato fondi per molte manifestazioni di Pescara tra cui il FLA e il Premio Flaiano, manifestazioni amate e partecipate da decine di migliaia di persone ad ogni edizione. Che dire, ad maiora!"

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…