Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Pescara. Incontri pubblici per raccolta differenziata.

Marchegiani: “portare dal 34 al 52 % la popolazione interessata dal porta a porta”

 

Si è tenuto ieri sera al Palaelettra di Pescara il primo degli incontri pubblici a cura del Comune e di Attiva dedicati al piano di estendimento della raccolta differenziata porta a porta che coinvolgerà, entro la fine del 2017, altri 18.000 pescaresi. Gli incontro di presentazione continuano anche domani 28 giugno e il 30 di agosto e riprenderanno il 1°, il 4, il 6 e l'8 settembre.  

“Attraverso questo piano riusciremo a far toccare alla raccolta porta a porta il 52% della popolazione per il 2017, contro l’attuale 37% e contro il 27% del 2015-2016- illustra l’Amministratore Unico Massimo Papa-  Il piano prevede la progressiva introduzione del servizio su 7 nuove zone, a partire da San Donato, toccando altre sei zone come l’area di via della Bonifica, Fontanelle, via Scarfoglio, via Tirino, via Rio Sparto e per finire Zanni. Sappiamo che è un cambiamento di abitudini importante, ma sappiamo anche che tanti cittadini sono pronti a modificarle, sapendo che questo farà bene a tutta la città”.

  “E’ un piano che incarna le linee programmatiche del sindaco Marco Alessandrini e che punta al raggiungimento degli obiettivi prefissati in merito alla raccolta differenziata, portandola al 65 per cento - –dice l’assessora al Decoro Urbano Paola Marchegiani - Più che obiettivo si tratta di un vero e proprio traguardo di civiltà e virtuosismo. Oltre all’organizzazione con Attiva stiamo lavorando anche all’infrastrutturazione. Per innalzare la raccolta differenziata infatti è necessario avere le infrastrutture che azzerino o abbattano i costi attuali della differenziazione. A tale fine Attiva ha acquisito la nuova piattaforma di Alanno che ci consentirà una maggiore autonomia e produrrà delle economie che potranno essere trasformate in vantaggi per gli utenti. Questi estendimenti sono un passo avanti in una strategia basata su fatti concreti e destinata a migliorare con l’entrata in funzione delle altre infrastrutture. Il risparmio ci sarà, sarà sotto forma di premialità: con l’assessore alle Finanze Giuliano Diodati stiamo studiando modalità per arrivare a una riduzione della TARI per chi effettua la raccolta differenziata. Il futuro è virtuoso e siamo convinti che Pescara possa dare molto in tal senso. Lo vediamo anche dalla grande partecipazione della cittadinanza agli incontri pubblici, dobbiamo necessariamente tutelare il nostro ecosistema, un’esigenza primaria, possiamo farlo migliorando i nostri stili di vita e generando benefici tanto importanti da diventare persino tema dell’enciclica papale Laudato sì, sintomo che dobbiamo agire concretamente e che i tempi sono maturi per farlo”. Complessivamente dagli estendimenti del Porta a Porta saranno interessate circa 3400 famiglie, così suddivise: zona 9 (che è il completamento di una zona già avviata nei mesi scorsi): 315; zona 22: 700; zona 23: 1340;  zona 24: 1045.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…