Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Banner orsini
banner di stefano
de martinis
fidanza
forconi
Pescara, picchi elevati di smog in due delle otto centraline

Due sono i picchi di smog elevati registrati tra gli otto punti ritenuti critici della città di Pescara in base alle segnalazioni dei cittadini e dei circoli di Legambiente.

Il picco più elevato è stato quello registrato presso Piazza Duca Degli Abruzzi dove, alle 10:08, si è raggiunto il valore di 72 µg/mc. In Piazza Duca D’Aosta invece il picco più elevato si è riscontrato alle 11:47 con 56 µg/mc, mentre in Via Bovio, vicino al conservatorio, il valore massimo registrato è stato alle 08:49 con 48 µg/mc. È quanto emerge dalla fotografia scattata dal Treno Verde, la campagna di Legambiente e del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare che in questi giorni ha fatto tappa a Pescara. I risultati del monitoraggio scientifico della qualità dell’aria - realizzato grazie al progetto di Citizen Science di Legambiente Volontari per Natura - sono stati presentati questa mattina, a bordo della quarta carrozza del convoglio ambientalista da Giuseppe Di Marco, Presidente di Legambiente Abruzzo.

L’obiettivo del monitoraggio di Legambiente è quello di valutare l’esposizione all’inquinamento atmosferico, spesso inconsapevole, a cui i cittadini sono sottoposti quotidianamente.

Sono stati individuati 8 punti “critici” della città di Pescara dove sono state realizzate misurazioni della durata di un’ora delle polveri sottili nelle giornate del 30 e 31 gennaio scorso: I valori registrati di polveri sottili (Pm10) a Pescara variano tra 14,6 e 37,5 microgrammi/mc (come media oraria) e i punti monitorati sono Viale Bovio nei pressi del conservatorio (media oraria di 34,1 µg/mc), Piazza Duca degli Abruzzi (media oraria di 26 µg/mc), Piazza Duca D’Aosta (37,5 µg/mc), Viale Marconi (25,5 µg/mc), Viale Pindaro (14,6 µg/mc), Porta Nuova (26,1 µg/mc), Via del Circuito vicino via Enzo Ferrari (34,5 µg/mc) e Piazza Salotto (20,2 µg/mc).

Medie orarie che quindi non destano preoccupazione a differenza dei picchi di cui si è parlato in partenza che incidono sulla salute delle persone che passeggiano, lavorano, circolano in queste zone congestionate dal traffico dimostrando come nell’arco della giornata, i cittadini possono respirare ripetutamente ed inconsapevolmente aria inquinata anche se solamente per pochi minuti.

Inoltre a Pescara fino ad oggi la centralina di Via Sacco ha registrato 7 superamenti del limite giornaliero di 50 µg/mc per il Pm 10 seguita dalla centralina teatro Dannunzio e da quella di Via Firenze Nuova con 6.

Etichettato sotto
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…