Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Alimentazione a misura di cane: le regole per scegliere cosa mettere nella ciotola

 Quando si decide di adottare un cane, bisogna tener conto soprattutto di ciò che mette sotto i denti. Errori comuni come pasti improvvisati o qualche boccone di ciò che c'è a tavola per premiarli, possono causare danni alla salute del nostro amico a quattro zampe.

 

Alimenti vietati e bocconi prelibati

Ancora oggi, infatti, molti padroni non sanno cosa il cane possa davvero mangiare o no. Ad esempio, la frutta secca come mandorle o anacardi sono da considerarsi quasi tossici, visto che posso causare perdita di peso o pancreatiti.

Viceversa, tra gli alimenti consigliati ci sono l'ananas e l'anguria che con le loro proprietà nutrienti possono essere un ottimo snack, ovviamente sempre se concessi in dosi moderate. Tra le verdure, quella assolutamente da non dare c'è la cipolla che, insieme all'aglio, è vietata perché tossica e possibile causa di sviluppo di anemie.

Oltre a tutto ciò bisogna anche sfatare i falsi miti, gli stereotipi, che hanno come vittime i nostri animali domestici. Primo fra tutti la classica immagine del cane che mordicchia le ossa. Queste in realtà possono lacerare l'intestino o possono provocare un blocco intestinale. Altra falsa voce che circola spesso è il fatto che i cani, come i gatti, non mangiano carboidrati. In verità, eliminarli del tutto è sbagliato, dato che bisogna, come anche per noi essere umani, averne una giusta quantità.

Altra nota di riguardo meritano le crocchette. Per qualche tempo si è diffusa la diceria che questi alimenti fossero di scarsa qualità e di provenienza industriale, dunque realizzati con materiali di scarto. Oggi invece esistono prodotti di alta qualità, come ad esempio le crocchette bio per cani disponibili sul sito di Robinson Pet Shop, che rappresentano un pasto equilibrato e ricco di tutti i nutrienti di cui i nostri amici animali hanno bisogno.

Consigli per l’estate: dall’alimentazione ai viaggi

Il problema alimentazione non riguarda solo la qualità del cibo ma anche dalla stagione e da ciò che il cane deve affrontare con l'aumento delle temperature. I nostri amici a quattro zampe con l'arrivo dell'estate perdono l'appetito, il calore tende ad abbatterli ma è importante far fronte alla disidratazione.

Mangiare meno non è un problema, basta scegliere gli alimenti adatti. Le crocchette vanno per la maggiore anche con le alte temperature perché sono sempre fresche e non temono il caldo, inoltre si possono provare ad unire alla pappa umida per rendere il tutto più appetitoso. Un’altra idea per invogliare il tuo cane a mangiare potrebbe essere quella di grattugiare nel suo pasto un po’ di formaggio fresco o di aggiungere dello yogurt.

Va poi prestata molta attenzione anche agli orari in cui servire il pasto, in estate l’ideale è farlo o di mattina molto presto o in alternativa dopo il tramonto, ossia quelle ore della giornata più fresche.

Se invece si parte per un viaggio bisogna chiarire che il digiuno prima di un viaggio è consigliabile solo per animali che soffrono di mal d'auto. Ci sono farmaci che si possono dare al cane per evitare episodi di vomito o di nausea. Il digiuno quindi non è indicato per tutti i cani. Se infatti non hanno problemi sui mezzi di trasporto, un piccolo pasto prima di partire, spezza la fame ed evita problemi gastrici. Se poi il viaggio è lungo, è consigliabile fare qualche fermata e dare acqua fresca e un po’ di cibo con regolarità, oltre a fargli sgranchire le zampe.

Insomma con i consigli visti oggi non avrete più dubbi su cosa “servire” al vostro cane e l’estate non rappresenterà più un pericolo, tra caldo afoso e lunghi viaggi.

Ultima modifica il Mercoledì, 24 Luglio 2019 17:56
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…