Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Berlusconi: "Via tasse su casa, auto e successioni"

"Nel nostro programma non ci sono più tasse sulla prima casa e neppure sull'auto, che è uno strumento per andare al lavoro, accompagnare i figli a scuola. Non saranno tassate le successioni né le donazioni ed elimineremo l'Irap".

Così il leader di Fi, Silvio Berlusconi, ospite di 'Mattino 5'. Perché "la flat tax è una rivoluzione globale, che porterà economia a crescere e a creare posti di lavoro", ha sottolineato. La flat tax, ha spiegato l'ex premier, "è un punto fondamentate del programma", siglato ieri sera con il leader della Lega Matteo Salvini e la leader di Fdl, Giorgia Meloni: "Si pagherà l'imposta del 23%, uguale per famiglie e imprese". "Chi evade può perdere anche momentaneamente la libertà", ha aggiunto il leader di Forza Italia sottolineando: "Ho studiato questa imposta e la volevo proporre già nel '94 con Martino". Ora partiamo con il 23% "ma nel tempo la ridurremmo, se in Italia si verificherà quanto successo in altri Paesi, come a Hong kong e nella federazione russa". In ogni caso, "per redditi a 12mila euro non ci saranno tasse". Lo si legge su Adnkronos.

-Il governo di centrodestra non sarà formato "solo da ministri politici, su 20 ministri, 12 dovranno arrivare dall'Italia viva e vera, dalle imprese, dalle professioni e dal terzo settore, solo 8 dalla politica", ha poi ribadito il Cavaliere affermando: "Prima moralità della politica è mantenere gli impegni elettorali con gli italiani, io ho sempre mantenute le mie promesse". "Con Vespa - ricorda, riferendosi al contratto con gli italiani firmato nel salotto di Porta a Porta nel 2001 - ho firmato un patto, mantenendo 4 dei 5 punti dell'intero contratto, come ha detto l'università di Siena". Tra i punti del programma di centrodestra "ci sarà anche il fatto che se per esempio un cittadino italiano imputato viene dichiarato innocente, i pm non possono più richiamarlo in appello, rovinandogli definitivamente la vita".

E ancora: "I cambi di partito tra i parlamentari verranno vietati in Costituzione", ha spiegato Berlusconi sottolineando che "questo è uno dei punti del programma del centrodestra" siglato ieri sera a Palazzo Grazioli.

loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…