Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
Festa di suoni e di colori a Chieti per l’ Orienteering

300 studenti provenienti da tutte le regioni d’Italia hanno visto l’affermazione di Trentino e Lombardia

Gioia e colori , oggi, hanno riempito il fascinoso centro storico di Chieti. Dopo la pioggia di ieri, che aveva in parte rovinato la cerimonia inaugurale delle finali nazionali dei Campionati Studenteschi di Orienteering in programma nel capoluogo teatino dal 18 al 21 us, il sole, stavolta, ha riscaldato l'entusiasmo di circa 300 studenti giunti da ogni angolo d'Italia . Una mattinata, quella appena trascorsa, che ha visto l'ultima gara disputarsi dentro l'armonico dedalo dell' " antica "Teate". Nel pomeriggio, nella bella struttura dell'Hotel Mara, ad Ortona, ha preso vita, invece, in una straordinaria cornice di pubblico, la cerimonia inaugurale e, in leggera differita, la premiazione finale in un lasso di tempo che é volato in un attimo. L'occasione é stata, anche, per porgere il saluto del Direttore Scolastico Regionale, dottoressa Antonella Tozza, letto dal coordinatore regionale di Educazione fisica, Antonello Passacantando.

"Sono particolarmente onorata di ospitare nella terra d’Abruzzo questa finale dei campionati nazionali di Sport orientamento... Ringrazio dunque sentitamente tutti coloro che hanno reso possibile l’organizzazione di questo evento voluto dal Miur – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, d’intesa con il CONI, la FISO (Federazione Italiana sport Orientamento), e il CIP (Comitato italiano paralimpico), che ha incaricato l’Ufficio Scolastico regionale d’Abruzzo per l’organizzazione di questa prestigiosa manifestazione sportiva...". prosegue il massimo dirigente scolastico abruzzese- "Il coordinamento regionale di Educazione Fisica è uno dei fiori all’occhiello dell’Usr Abruzzo. L’orienteering è l’ottava finale nazionale che fa seguito a quelle organizzate negli scorsi anni di Pallavolo, Calcio a 5, Tennis, Golf, Corsa Campestre, Atletica e sci. L’Aquila ha avuto inoltre l’onore di ospitare nel 2016 la il Mondiale di sci dell’ISF (International Sport Federation)...L’orienteering", aggiunge la Tozza," riesce ad esprimere anche ad altissimi livelli i valori autentici dello sport: impegno, responsabilità, sacrificio, rispetto dell’ambiente e delle persone. Ed è per questo che vogliamo che questo connubio cresca e diventi solido, con l’auspicio che tali valori possano permeare anche i nostri giovani e la nostra comunità. E’ con queste premesse", conclude il direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale Abruzzo, " che auguro a tutti gli organizzatori e di raggiungere il massimo successo e soddisfazione in questo intenso weekend di sport.

Agli atleti, auguro prestazioni all’altezza delle loro attese, in un clima di sano confronto sportivo e amicizia, tra i valori fondamentali del nostro Sport". Suggestiva la cerimonia d'apertura, culminata con l'accensione nel tripode della fiaccola olimpica dopo aver salutato, calorosamente in sfilata, le rappresentative regionali in rigoroso ordine alfabetico: BASILICATA, BOLZANO, CALABRIA, CAMPANIA, EMILIA ROMAGNA, FRIULI-VENEZIA GIULIA, LAZIO, LIGURIA , LOMBARDIA, MARCHE, MOLISE, PIEMONTE, PUGLIA, SARDEGNA, SICILIA, TOSCANA, TRENTO, UMBRIA, VALLE D'AOSTA , VENETO, ABRUZZO. La fiaccola, nelle mani sicure delle vincitrici Nazionali del Beach volley: Valentina d’Orazio e Diana Gialloreto, che rappresenteranno l'Italia ai campionati mondiali di Beach volley, e della vincitrice dei 100 mt. piani: Giulia Di Cristofaro, tutte dell’IIS “ Savoia”- Chieti, scortate dagli allievi del Convitto Nazionale G.B. Vico, che hanno partecipato alle Convittiadi, hanno consegnato la fiaccola al IV e V TEDOFORO: Yudith Pircher e Walid El Sharaaawy. Poco prima della lettura del giuramento solenne c'é stato un momento molto toccante dedicato a tutte le vittime dei disastri naturali, di ieri e di oggi, ed in loro onore é stata proposta una bella versione del compianto Bruno Lauzi della celeberrima “Genova per noi” scritta da Paolo Conte.

Con l’auspicio che la ricostruzione del Ponte Morandi sia anche una metafora di unione e coesione come la scuola e lo sport insegnano. A quel punto tutti si sono presi per mano e, con le braccia in alto, hanno idealmente "ricostruito" il ponte crollato nel capoluogo ligure alla vigilia di ferragosto. La lettura del giuramento degli atleti ha avuto, come epilogo, il raccoglimento per l’alza bandiera sulle note dell’INNO NAZIONALE. E, in un amen, il festoso e numeroso pubblico presente ha assistito all'apertura dei giochi e ad un al Flash mob, condotto da un gruppo di atlete abruzzesi dal titolo, più che eloquente: “Da zero a cento”. Un grande ed interminabile pomeriggio di festa che di lì a poco ha visto salire sul palco una band pescarese, con un repertorio costruito sulla grande tradizione pop italiana " Scena Muta", composta da Lucio Ciampagna, Leo Cagnetta, Andrea Faieta e Flavio De Carolis. Un concerto seguitissimo che i ragazzi hanno gustato fino all'ultima nota. Poi, il momento più atteso con le premiazioni che, per la categoria allievi della corsa orientamento, ha visto salire sul podio più alto l'I.S. Primiero di San Martino di Castrozza ( Trento); I.S. Della Chiesa di Sesto Calende (Varese); e I.S. Galilei di Conegliano Veneto ( Treviso). Per la categoria allieve: 1) I.S. Terragni- Olgiate Comasco (Como); " L.S. L.T. " P. Anich" Bolzano; 3) Liceo Galvani- Bologna.

Per le classifiche individuali allievi_: 1) Lorenzo Brunet Primiero di San Martino di Castrozza ( Trento); 2) Tiziano Bettega Primiero di San Martino di Castrozza ( Trento); 3) Edoardo Piazza IIS “Majorana”- Moncalieri ( To)- Allieve: 1) Guenda Zaffanella I.S. Terragni- Olgiate Comasco (Como); 2) Arianna Patini ISIS “ Torricelli” Pordenone; 3) Debora Dal Follo IFP Alberghiero- Levico ( Trento). Il Trail-O ha visto l’affermazione, per la categoria Open: 1) Leo Vanzin Friuli- Venezia Giulia; 2) Sara Bonfigli- Lombardia 3) Eloisa Marsengo Lombardia. Per la categoria DIR 1) Giada Barzaghi Lombardia 2) Christian Caruso Abruzzo Per la categoria HF- Sensoriali 1) Francesco Angius Sardegna 2) Vincenzo Piraino Basilicata 3) Maria Pircher Alto Adige.

E sul mare uno spettacolare fuoco d’artificio ha dato il saluto di commiato ad un pubblico che, nel cuore, ha ancora il colore e il sapore della terra d’Abruzzo.

Etichettato sotto
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…