Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  

La presenza dell'esponente FDI "sgradita agli organizzatori" e così non entra. "Mi sarebbe piaciuto sentire il convegno sulla cultura Rom a Palazzo Baldoni"

Pubblicato in Montesilvano
Sabato, 05 Maggio 2018 18:34

Pescara, "cantiere acchiappavoti"

Fratelli d'Italia sul degrado di Pescara “Una città dimenticata.

Pubblicato in Pescara e Provincia

Protesta con striscione di  Fratelli d'Italia e Gioventu’ nazionale Citta’ Sant’Angelo

Pubblicato in Area Vestina

FDI: "La Giunta Alessandrini non riesce proprio ad accettare di aver perso l'appeal - ormai da tempo -, nei confronti dei cittadini pescaresi."

"L'ostinarsi a intraprendere progetti e a volerli realizzare nonostante siano deleteri per la città ci lascia davvero perplessi: è il caso, ultimo solo in ordine di tempo, del progetto in corso di realizzazione sul Lungomare Sud. Voler a tutti i costi realizzare un'opera impattante in quella zona ci fa capire chiaramente che la Giunta Alessandrini non conosca affatto le dinamiche culturali, turistiche e di intrattenimento che nel corso dell'anno di sviluppano a ridosso della Pineta dannunziana." Così Guerino Testa, Alfredo Cremonese, Massimo Pastore del gruppo consiliare FDI.

 

"Non giudichiamo la bellezza del progetto, ma la funzionalità."

"Stiamo eliminando di fatto ben 246 posti auto e 68 posti moto per i fruitori degli stabilimenti balneari - creando un grave danno economico agli imprenditori di settore - e agli utenti del teatro d'Annunzio e dell'auditorium Flaiano. Senza poi contare che aprire oggi il cantiere vuol dire dissuadere coloro che sono abituati a fruire stagionalmente della spiaggia (pagando servizi e portando risorse ai balneatori) a rinnovare il proprio canone per l'ombrellone o palma che sia, scoraggiati dalle gimkane tra i divieti di accesso, rumori continui per l'utilizzo dei macchinari e la mancanza di parcheggi. E rendere il lungomare a doppio senso – con divieto di fermata e di sosta – creerà difficoltà anche per coloro che devono scaricare la merce nei lidi, incrementerà la concentrazione di inquinamento, costringerà coloro che devono tornare a casa a file interminabili e lascerà nella solitudine un teatro e un auditorium che non avranno più posti auto da concedere agli eventuali utenti. Chiediamo pertanto di rimodulare questa follia, cercando di trovare una soluzione per non eliminare i parcheggi e per non creare disservizi a un settore come quello balneare, che già negli ultimi anni ha dovuto soccombere alle decisioni scellerate della Giunta Alessandrini."

Pubblicato in Pescara e Provincia

"MAI PIU' SENZA. Persone senza casa e case senza persone." Il progetto didattico dell'IIS Alessandrini di Montesilvano viene discusso nella Sede della Confindustria ChietiPescara, presente Marco Forconi.

Pubblicato in Montesilvano

 "Ritengo inaccettabili le polemiche sollevate da personaggi appartenenti a forze e associazioni di sinistra, che in queste ore si sono scagliati con violenza contro gli organizzatori del Family Day in programma domani di Ortona".

Così Angelo Di Nardo, capogruppo al Comune di Ortona dello schieramento formato da Fratelli d'Italia-An, Noi con Salvini e lista civica Libertà e Comune per Ortona, scende in campo in difesa della manifestazione organizzata dal Popolo della famiglia.

"E' una manifestazione assolutamente legittima e alla quale va il nostro pieno supporto, finalizzata a sostenere e riaffermare i valori della famiglia tradizionale - prosegue Di Nardo -. Ognuno ha il diritto di pensare ciò che crede e di amare chi preferisce, ma nessuno può contestare il diritto a manifestare in difesa di un modello di famiglia basato sull'unione tra un padre e una madre. Nonostante queste famiglie siano rappresentative della stragrande maggioranza dei cittadini - continua il consigliere comunale del centrodestra - questo modello è costantemente denigrato e sotto attacco, da parte di chi pretende di farlo apparire come superato e antiquato, penalizzandolo nelle scelte politiche sia a livello locale che a livello nazionale".

Di Nardo, in conclusione, considera "meritevole e necessario riaffermare i valori alla base del concetto di famiglia tradizionale, lontani anni luce dalle idee di odio, intolleranza e discriminazione".

Pubblicato in Chieti e Provincia
Pagina 2 di 3
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…