Per l'Abruzzo affacciato sul mondo...

        Registrati  
FAI – I luoghi del cuore. Vota il tuo preferito. Ecco chi vince in Abruzzo

La Chiesa della Congrega di Villa Santa Maria (Ch) supera i 1000 voti (a oggi, 42esimo posto) nell'ottava edizione del censimento La delegazione Abruzzo del Fondo Ambiente Italiano invita tutti a votare

 

Ognuno di noi è emotivamente legato a un luogo, che spesso rappresenta una parte importante della propria vita e vorrebbe che fosse protetto per sempre. Questo è il presupposto che ha dato il via tredici anni fa al censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, iniziativa promossa dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Quest’anno, per l’ottava edizione del censimento, il FAI chiede ai suoi sostenitori di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare.

L’edizione 2016 è stata accolta – in questo momento – da oltre 200mila persone che hanno finora votato per più di 22mila differenti “Luoghi del cuore”, indicati nella maggior parte dei casi per la necessità di valorizzazione, l’urgenza di azioni di tutela, la bellezza, il degrado o l’affetto che evocano. Non solo firme cartacee, ma soprattutto segnalazioni on-line che sono arrivate a oltre 133 mila con un aumento del 63% rispetto al 2014.

Dal conteggio dei voti di metà censimento anche l’Abruzzo ha un bene che ha superato i mille voti: si tratta della Chiesa della Congrega (Chiesa della Madonna del Rosario) nel comune di Villa Santa Maria (Ch). Attualmente il bene ha ricevuto 1082 voti e si posiziona al 42° posto nella classifica nazionale, ma sarà ancora possibile votare questo luogo del cuore negli ultimi 4 mesi di censimento, votando con un semplice click sul sito dell’iniziativa

LA CHIESA DELLA CONGREGA DI VILLA S. MARIA

Venne costruita alla fine del XVII secolo, unica costruzione esistente all’epoca al di fuori del primo nucleo cittadino di case. È detta anche Chiesa della Congrega essendo allora Villa Santa Maria sede di una congregazione di carità: la Confraternita del SS Rosario. La collocazione della chiesa in questo periodo storico è verosimilmente sostenuta dal fatto che, contrariamente a quanto accadeva prima di questo periodo per le chiese confraternali, qui l’oratorio riservato ai membri della confraternita non è distinto dal resto della struttura ma trova la sua sistemazione nella cellula centrale della chiesa, già nella zona presbiteriale, dove sono ancora presenti gli scranni che erano riservati ai membri della confraternita. Questa stessa sistemazione è identificabile in altre chiese d’Abruzzo che furono sedi di confraternite, tutte riferibili al secolo XVIII. L’edificio si sviluppa su due piani: il piano superiore, che affaccia direttamente sul piano strada, costituiva la chiesa vera e propria, in cui si svolgevano le funzioni religiose e in cui si riuniva la Congrega; il piano inferiore, seminterrato, è il luogo dove venivano sepolti i membri defunti della Confraternita. La chiesa è da tempo chiusa al culto per la necessità di riparazioni e restauri.

Quest’anno il bene che avrà ottenuto più segnalazioni riceverà un contributo di 50 mila euro, il secondo classificato 40 mila euro e il terzo 30 mila euro. È previsto inoltre lo stanziamento aggiuntivo di 7 mila euro per i luoghi che supereranno i 100 mila voti e di 4 mila euro per quelli che raccoglieranno oltre 50 mila segnalazioni, mentre il luogo che raccoglierà più voti nelle filiali Intesa Sanpaolo beneficerà di un contributo aggiuntivo di 5 mila euro.

Il luogo che avrà più voti via web, indipendentemente dalla sua posizione nella graduatoria finale, verrà premiato con la realizzazione di un video promozionale da parte di una troupe professionale. Inoltre FAI e Intesa Sanpaolo, dopo la pubblicazione dei risultati, lanceranno un “Bando per l’assegnazione di contributi” in base al quale i referenti dei “luoghi del cuore” che riceveranno almeno 1.500 voti potranno presentare alla Fondazione una richiesta di intervento sulla base di specifici progetti di azione. Una commissione valuterà le domande e selezionerà i luoghi idonei a un intervento.

Come partecipare al censimento dal 17 maggio al 30 novembre 2016

  • Sul sito www.iluoghidelcuore.it

  • Con l’app FAI disponibile su APP Store e Google Play

  • Nelle filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo

L’edizione di quest’anno riserva importanti novità per chi desidera partecipare: è stato rinnovato il sito www.iluoghidelcuore.it dove si può votare con un semplice clic. L’utente registrato accederà in automatico a una homepage personalizzata dove potrà conoscere i luoghi votati intorno a lui e quelli scelti dai suoi amici. È stata inoltre potenziata l’area riservata ai comitati, dove i gruppi di cittadini che si sono uniti per lo stesso obiettivo potranno registrarsi per promuovere e comunicare la propria attività di raccolta voti, inserire notizie e segnalazioni, aggiornare le condizioni del sito da salvare, raccogliere firme virtuali, postare foto e videogallery e scaricare materiale personalizzato, come banner e locandine. All’interno dell’app FAI si troverà la sezione dedicata a “I Luoghi del Cuore”, tramite la quale agli utenti sarà possibile votare i propri luoghi favoriti da tablet e smartphone e caricare video o fotografie in tempo reale del luogo che intendono segnalare. Un vero e proprio social network sentimentale, che consente anche di partecipare al gioco La mappa delle tue emozioni e creare una “cartina” con i propri luoghi del cuore, che potrà essere condivisa su Facebook con gli amici che hanno contribuito a renderli speciali.

Il censimento è realizzato con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Quest’anno il censimento si avvarrà della collaborazione dell’associazione Borghi Autentici d’Italia, dando vita così a un circuito virtuoso che coinvolge territori, associazioni, istituzioni, enti e cittadini, uniti per recuperare la bellezza del nostro paese.

I numeri dell’iniziativa nazionale

Dal 2003, anno della prima edizione, sono state raccolte oltre 1.800.000 segnalazioni, distribuite in oltre 31.000 luoghi e sono stati 68 gli interventi di recupero, in 15 regioni, che hanno contribuito a restituire un futuro di tutela e valorizzazione a molti luoghi votati.­

La prima edizione ha aperto la strada al successo dell’iniziativa (ricevendo 24.200 segnalazioni) e dal 2004 la partecipazione all’edizione ha avuto una crescita esponenziale (92.468 segnalazioni). A partire dal 2004 sono stati introdotti la cadenza biennale del censimento e la scelta di un tema diverso per ogni edizione: format che si è dimostrato subito efficace: il terzo censimento nel 2006, dedicato ai “Luoghi di Natura”, ha ottenuto 120.960 voti; l’edizione 2008, dedicata “Luoghi deturpati”, ha ricevuto 115.138 segnalazioni. Nel 2010, grazie al tema legato ai 150 anni dell’Unità d’Italia e alla crescente notorietà del progetto, la risposta è stata incredibile: 464.649 segnalazioni hanno riconfermato l’importanza dell’evento. Nel 2012 il censimento si è posto l’obiettivo di rendere internazionale l’iniziativa chiedendo a tutto il mondo un gesto d’affetto per il nostro paese attraverso la segnalazione di un luogo. Il risultato è stato clamoroso: un milione di segnalazioni provenienti da 123 Paesi. Nell’ultima edizione, nel 2014, abbiamo chiesto agli italiani di tifare per il proprio luogo del cuore e ha stravinto l’Italia più bella: oltre 1.600.000 segnalazioni hanno dimostrato come il progetto sia entrato nel cuore degli italiani.

Ultima modifica il Lunedì, 25 Luglio 2016 18:31
loading...
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…