Stampa questa pagina
Lunedì, 14 Febbraio 2022 12:59

Pescara, approvato bilancio 2022/2024 del Comune.

Scritto da redenz

Con 21 voti favorevoli e 8 contrari è stata approvata la delibera 144 sul bilancio 2022/2024 del Comune di Pescara; il documento contabile è immediatamente esecutivo. Si chiude così e nel migliore dei modi un lungo iter di confronto e dibattito politico in aula.

Il sindaco Carlo Masci, nell’immediatezza del voto consiliare, ha voluto rimarcare:

"la maggior parte dei Comuni d’Italia non ha ancora iniziato la discussione sul bilancio. Noi invece l’approviamo il 14 febbraio, ma ci sarebbe piaciuto farlo entro il 31 dicembre. Abbiamo fatto di più e meglio, e in minor tempo. L’obiettivo comune è di far crescere Pescara, per questo abbiamo tenuta sempre la porta aperta all’opposizione per dare un contributo fattivo e non strumentale alla logica di contrapposizione politica. Con questo metodo ci avremmo messo un minuto ad approvare cose che sono nelle nostre corde, come sulle aree di risulta, sul verde, sul sociale, sulla cultura, ma a noi non piace sbandierare a pezzetti progetti complessi e con diversi passaggi procedurali. A riprova della nostra disponibilità vorrei ricordare che sul PNRR abbiamo raccolto un’istanza dell’opposizione per il coinvolgimento con idee e ragionamenti già all’inizio di un percorso né facile né agevole: a ruoli invertiti non so se avremmo avuto la stessa disponibilità al confronto. Noi agiamo con trasparenza e con la massima disponibilità. Abbiamo necessità di velocità per cogliere gli obiettivi di rinascita, in un momento che è storico ed è cruciale per il nostro futuro. La politica deve dare risposte certe e rapide al territorio. Per questo dico all’opposizione: 'Stateci a questa battaglia per il lavoro, per il sociale, per la rinascita, per la nostra Pescara'."

 

Udc vota "con riserva"

“L’Udc al Comune di Pescara questa mattina ha votato così come gli altri gruppi di centrodestra, ma con riserva il bilancio 2022. Abbiamo votato si al documento contabile dell’ente dopo aver ricevuto garanzie dal sindaco, dal presidente del Consiglio Comunale e dalla maggioranza che subito dopo questa approvazione e alla prima variazione di bilancio verranno stanziati nuovi fondi per le famiglie bisognose all’interno del comune di Pescara”. Lo ha detto il capogruppo dell’Udc al Comune di Pescara Massimiliano Pignoli commentando l’approvazione del documento contabile, ovvero il bilancio 2022 che è immediatamente esecutivo. “Oggi più che mai - ha detto il capogruppo Pignoli - non si può sottovalutare la situazione che stanno vivendo tante famiglie pescaresi con una crisi più pesante dal secondo dopoguerra con la pandemia, l’aumento dei costi di gas ed energia e il rischio di un conflitto bellico nel vecchio continente. Con l’aumento anche delle materie prime che hanno determinato l’aumento del costo di pasta, pane, ortaggi, frutta, come Amministrazione Comunale di Pescara nei limiti di quello che può oggi un ente locale, dobbiamo operare nel senso di convogliare nuove risorse sul sociale. Se le promesse non dovessero essere mantenute siamo pronti a dare battaglia sia dentro che fuori dall’aula. Voglio ricordare che durante la Giunta Alessandrini fummo noi ad organizzare una mobilitazione per le famiglie sgomberate da via Lago di Borgiano e ancora senza una sistemazione. Quella battaglia poi fu vinta così come siamo pronti a vincere questa. Oggi è stato siglato un patto fra gentiluomini all’interno della maggioranza e ora l’auspicio è quello che dalle parole si passi ai fatti. Mi auguro che già dalla prossima settimana si torni ad investire e lavorare sul Sociale e mi auguro che l’Amministrazione lavori sotto questo aspetto perché i dati ci dicono che Pescara è una delle città con i redditi pro capiti più bassi in Italia per cui occorre lavorare per migliorare questa situazione. Voglio ricordare poi - ha aggiunto Pignoli - che l’aumento di luce e gas causerà più spese per le nostre famiglie fino a 2500 euro l’anno. Anche chi vive del Reddito di Cittadinanza dovrà essere supportato e aiutato dai Servizi Sociali perché vivere con 500, 600 euro al mese non è possibile. Per questo l’Udc metterà alla prova la Giunta Masci affinché venga apportato un aumento di fondi nello specifico da destinare al Pis per l’aiuto nel pagamento delle bollette e per quel che concerne i capitoli di spesa per anziani, poveri e disabili. In questo senso sarà importante - conclude Pignoli - il ripristino dei soldi per gli sportelli della Caritas gestiti con il Comune in questo caso attraverso l’assessorato di Nicla Di Nisio che tanto hanno prodotto in termini di presenze sia all’interno di Palazzo di Città presso il Centro Aiuto famiglie, che nelle Circoscrizioni”.

Ultima modifica il Lunedì, 14 Febbraio 2022 18:52

Articoli correlati (da tag)