Stampa questa pagina
Venerdì, 22 Gennaio 2021 11:09

Consumi - 11%, tracollo economia. Feditalimprese si propone al tavolo di concertazione.

Scritto da A.C.

Feditalimprese: Imprese, preoccupazione per l’attuale precarietà politica, coinvolgere le realtà che rappresentano il Paese

"Governo in affanno e sistema produttivo senza prospettive reali. Il voto al Senato ha avuto il doppio effetto di salvare il Governo Conte da una parte e indebolirlo definitivamente dall’ altra. Nei prossimi giorni entreranno in gioco altri fattori, a partire dal rimpasto e dal peso delle commissioni parlamentari. E questo potrebbe portare a situazioni non previste o di massima incertezza". Si legge una nota dell'Associazione.

"Il peggioramento della situazione sanitaria, afferma Gianluca Micalizzi, presidente di Feditalimprese, il prolungamento delle misure di contrasto alla pandemia ritardano la tanto attesa risalita economica nel 2021, deludendo così le aspettative di un concreto recupero delle perdite subite nel 2020. A tutto si aggiunge una crisi politica dai contorni poco chiari e che da l’impressione che tutto sia mirato alla conquista di un 'pezzetto' di potere in più, senza tener conto della particolare situazione che i cittadini vivono".

Riferiscono che "Nell’ ultimo mese dell’ anno 2020 i consumi sono diminuiti di circa l'11%, con una riduzione del Pil annuale".

"Per molti settori dell'economia, continua Salvo Mancarella della Direzione generale di Feditalimprese, si è trattato di un vero e proprio tracollo della domanda con riduzioni addirittura, in certi casi, del 50%. Vedi i comparti del settore turismo in senso lato, del settore calzature e abbigliamento, dei servizi ricreativi, etc... Una situazione gravissima, dunque, dovuta si all'emergenza Covid19, ma aggravata da una politica divisa poco collaborativa e lontana dal Paese reale. Una politica che se non ritorna sui suoi nobili passi di rappresentatività’, allontanerà sempre più quella ripresa economica chiamata a ridare certezza sociale ai cittadini, di qualsiasi colore essi siano...".

Dal canto suo Feditalimprese sosterrà sempre "immediate soluzioni positive, proponendosi come federazione al tavolo di concertazione, non si può continuare a navigare a vista. Serve una visione complessiva ed e’ per questo che Feditalimprese auspica il coinvolgimento di tutte le realtà che rappresentano interessi diffusi e collettivi per studiare le migliori soluzioni. La politica non può essere lasciata sola in questo particolare momento di crisi. Lo sforzo deve essere di tutti" .

Articoli correlati (da tag)